Toscana
stampa

MEDIO ORIENTE, ANCORA RAID ISRAELIANI SULLA STRISCIA DI GAZA; ARRESTATO ALTRO MINISTRO DI HAMAS

Percorsi: Mondo

È di almeno cinque morti e un numero imprecisato di feriti – dieci secondo alcune fonti - il bilancio dei quattro raid israeliani condotti nella tarda mattinata di oggi contro alcuni edifici nella Striscia di Gaza: secondo l'agenzia di stampa palestinese ‘Maan', le vittime appartengono alla cosiddetta ‘Forza esecutiva' legata ad Hamas. Il bombardamento più massiccio è avvenuto nel rione di Zaitun a Gaza, dove le operazioni di soccorso sarebbero ostacolate dalla presenza di depositi di esplosivo; colpito anche un campo di addestramento di Hamas nel rione di Shati. Le bombe dell'aviazione israeliana sono cadute anche su istallazioni di Hamas a Rafah e Khan Yunes. Con le vittime di oggi sono almeno 45 i palestinesi uccisi in dieci giorni consecutivi di raid israeliani sulla Striscia di Gaza in risposta al lancio di razzi contro il sud di Israele.
Altri due raid aerei israeliani erano stati condotti nella notte sulla Striscia di Gaza: uno aveva colpito un posto di guardia della residenza del primo ministro palestinese, Ismail Haniyeh, nel campo profughi di Shati, a Gaza, provocando, secondo fonti mediche palestinesi, almeno cinque feriti; il secondo un negozio di ferramenta a Jabaliya, nel nord della Striscia. Sempre nella notte l'esercito israeliano era entrato a Jenin, nel nord della Cisgiordania, con una ventina di veicoli militari e aveva arrestato il ministro di stato del governo palestinese Wasfi Qabba, esponente di Hamas, prelevandolo dalla sua abitazione: già giovedì i militari israeliani avevano effettuato una retata contro Hamas in Cisgiordania catturando 33 suoi esponenti, tra cui il ministro dell'Istruzione Nasseredin al Shaer, alcuni deputati e diversi sindaci. Di fronte alle proteste del governo palestinese e alle critiche di parte della comunità internazionale – il ministro palestinese dell'Informazione Mustafa Barghuti aveva parlato di “rapimenti" – il ministro della Difesa israeliano Amir Peretz aveva giustificato l'operazione definendola “un messaggio rivolto alle fazioni militari delle organizzazioni terroristiche perché cessino i lanci di razzi (contro Israele)".
Misna

MEDIO ORIENTE, ANCORA RAID ISRAELIANI SULLA STRISCIA DI GAZA; ARRESTATO ALTRO MINISTRO DI HAMAS
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento