Toscana
stampa

Maltempo, emergenza regionale e richiesta di quella nazionale

L'ondata di maltempo che ha colpito tutta l'Italia ha causato danni ingenti anche al territorio toscano. Ieri gli assessori regionali Fratoni e Bugli hanno fatto il punto della situazione dopo la riunione con i tecnici.

Maltempo, strade allagate

Il maltempo ha colpito l'Italia nel fine settimana causando due morti. Ad Arezzo, è stato ritrovato il corpo di un anziano: la sua auto era stata travolta dalla piena. Una donna, invece, è morta a Fiumicino, nella zona di Focene, nella notte tra sabato e domenica. Fatale una tromba d'aria che ha sbalzato via una vettura, guidata da una 27enne. La donna aveva tentato di ripararsi nel parcheggio di un distributore di benzina, ma la tromba d'aria ha sollevato la sua Smart e l'ha sbalzata a decine di metri di distanza.

Il presidente Enrico Rossi firmerà stamani l'emergenza regionale per i danni causati dal maltempo di sabato pomeriggio e della notte in Toscana, soprattutto nell'Aretino e sull'Amiata. E verrà fatta la richiesta di emergenza nazionale e anche di calamità nazionale (per i danni all'agricoltura).

Lo hanno annunciato ieri pomeriggio gli assessori regionali all'ambiente Federica Fratoni e alla presidenza Vittorio Bugli, incontrando i giornalisti alla fine della riunione che si è tenuta nella sede della Soup in via Val di Pesa, per fare il punto sui danni causati dai forti temporali. Oltre ai due assessori, alla riunione hanno partecipato Giovanni Massini, direttore della direzione Difesa del suolo e protezione civile, Bernardo Mazzanti, dirigente del settore Protezione civile, e Bernardo Gozzini, direttore del Lamma. I rappresentanti di Prefetture, Province e Comuni erano collegati in videoconferenza: le Prefetture di Siena, Pisa, Arezzo e Grosseto; le Province di Firenze, Pistoia, Arezzo, Lucca, Grosseto, Livorno; i Comuni di Montelupo, Abbadia San Salvatore, Marciano, Certaldo, Gambassi, Firenze.

All'inizio della riunione l'assessore Vittorio Bugli ha invitato tutti a fare un minuto di raccoglimento per la scomparsa del prefetto di Lucca, Leopoldo Falco.

«Adesso la situazione è sotto controllo - ha detto l'assessore Fratoni - La criticità registrata è dovuta ai temporali intensi che si sono verificati in poco tempo. C'è stato un ottimo presidio del territorio, un grande coordinamento con i sindaci e i vigili del fuoco. Sono ancora 157 gli interventi dei vigli del fuoco attivi (di cui 129 solo ad Arezzo), per recuperare il disagio che questo fenomeno ha arrecato alle famiglie. Questo evento è stato gestito in ogni sua sfaccettatura, la macchina ha marciato fluidamente. Rinnoviamo l'invito, in caso di eventi come questi, a comportamenti cautelativi: evitare quindi scantinati, garage, sottopassi».

«Dalle prime ore di sabato pomeriggio su tutto il territorio regionale si sono abbattuti temporali violenti e persistenti - ha detto il dirigente della Protezione civile Bernardo Mazzanti - Gli eventi più significativi sono stati nella zona di Arezzo, dove c'è stato anche un morto, con cumulati rilevanti. Criticità anche nel Grossetano e nella zona dell'Amiata. I temporali hanno proseguito anche nelle ore notturne, con fenomeni anche sulla costa, allagamenti di scantinati e sottopassi. C'è stata un'ottima collaborazione tra Regione, Comuni, Vigili del Fuoco e volontariato».

Oggi l'assessore Federica Fratoni andrà ad Arezzo assieme all'assessore alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, e l'assessore Vittorio Bugli si recherà a Certaldo e a Gambassi, per verificare di persona i danni e i disagi. Nei prossimi giorni i tecnici regionali si recheranno sui luoghi colpiti dal maltempo, per fare assieme ai Comuni un censimento dei danni e verificare le situazioni idrogeologiche più critiche.

Si è trattato - hanno spiegato gli esperti del Lamma - di precipitazioni temporalesche forti e persistenti. In buona parte del territorio regionale i cumulati sono stati superiori ai 50-70 millimetri, ma in alcune zone (Arezzo, Chianti, Monte Amiata) hanno raggiunto valori intorno ai 200 mm., con picchi sopra gli 80 mm. l'ora.

Sempre dal Lamma, fanno sapere che sulla Toscana resta un'area di instabilità, con precipitazioni sparse e di intensità minore. Per i prossimi giorni sono previste condizioni di tempo prevalentemente stabile, con qualche possibile rovescio sugli Appennini e sul Monte Amiata. Ulteriore miglioramento nei giorni successivi.

Fonte: Comunicato stampa
Maltempo, emergenza regionale e richiesta di quella nazionale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento