Toscana
stampa

Maltempo, stato emergenza per Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato, Firenze

La Regione Toscana dichiara lo stato d'emergenza per le province di Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato e la Città metropolitana di Firenze. Il decreto si è reso necessario a seguito dell'ondata di maltempo che ha colpito la Toscana dal 9 al 12 dicembre.

Percorsi: Ambiente - Maltempo - Toscana
Arno in piena

La firma è arrivata, oggi, da parte del presidente della Giunta regionale, Enrico Rossi. L'atto comprende anche le province di Pistoia, Prato e la Città metropolitana di Firenze oltre alle due, precedentemente individuate, di Lucca e Massa Carrara, e parte dalla constatazione del fatto che, nelle zone interessate dall'emergenza, si sono verificate, a seguito delle eccezionali precipitazioni, del forte vento e delle mareggiate, interruzioni di viabilità, frane e problemi al reticolo idraulico minore, con interruzione di servizi pubblici e dei collegamenti con le isole, danni a strutture pubbliche e private. Lo spiega una nota della Giunta regionale.

La definizione nel dettaglio dei comuni colpiti e delle iniziative da assumere, è stata rinviata ad una delibera che verrà adottata dal governo regionale nella prossima seduta. Il presidente della commissione Ambiente e territorio del Consiglio regionale, Stefano Baccelli (Pd), elogia la decisione della Giunta. Una «scelta importante e tempestiva», in particolare modo per la Lunigiana e la provincia di Lucca. «Sappiamo bene- sostiene in un comunicato- che dobbiamo essere in grado di fronteggiare gravi ondate di maltempo e mettere in campo a stretto giro tutte le forze utili a poter affrontare situazioni complesse». La Regione, commenta, «ha dimostrato di esserci e potrà reagire, come meglio si confà all'accaduto, rendendosi in grado di stanziare le risorse adeguate per fronteggiare le criticità». 

Fonte: Agenzia Dire
Maltempo, stato emergenza per Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato, Firenze
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento