Toscana
stampa

Misericordie, il «MiThink 2017» si chiude con nuovi automezzi per la Toscana

Concluso a Borgo a Mozzano il meeting delle Misericordie della Toscana. Corsinovi: «Soddisfatti perché la grande partecipazione dimostra come le Misericordie siano nel cuore della gente». Oltre mille in tre giorni i volontari arrivati in riva al Serchio.

Mons. Castellani benedice i nuovi automezzi delle Misericordie

Si è concluso con l’inaugurazione di un PASS (posto assistenza socio sanitaria) odontoiatrico da utilizzare in caso di emergenze e calamità e di 6 nuovi mezzi MiThink 2017, l’VIII° Meeting delle Misericordie della Toscana svoltosi da venerdì ad oggi a Borgo a Mozzano (LU). Nei tre giorni sono stati oltre mille i volontari, molti dei quali giovani e giovanissimi, che hanno preso parte al Meeting, che ha portato in Lucchesia i rappresentanti delle 310 Misericordie della Toscana che, con 300 mila fratelli e sorelle di misericordia (60 mila dei quali attivi in servizi operativi) rappresentano la più antica, ma anche la più numerosa realtà di volontariato della Toscana.

Sono stati il vescovo di Lucca, monsignor Italo Castellani e il sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti a tagliare il nastro inaugurale, dando il via alla festa che ha chiuso il Meeting. «Una celebrazione – ha detto il presidente della Federazione regionale delle Misericordie, Alberto Corsinovi – che chiude nel migliore dei modi questi tre giorni e mette a disposizione di chi ha bisogno nuovi mezzi, che testimoniano l’attenzione da parte delle Misericordie, che non viene meno. C’è grande soddisfazione anche per la partecipazione della gente, che dimostra come le Misericordie siano nel cuore delle nostre comunità.«

In precedenza era stato proprio monsignor Castellani a presiedere la Santa Messa, nella chiesa di San Jacopo, durante la quale si è svolta la ‘vestizione’ condivisa di 36 nuovi confratelli di 11 Misericordie toscane. Prima uscita ufficiale anche per il nuovo coro delle Misericordie toscane, che ha animato la Messa. Durante la celebrazione Corsinovi ha voluto rivolgere un pensiero di vicinanza alle famiglie dei due operai morti venerdì a Lucca, mentre monsignor Castellani ha raccontato di aver incontrato ieri le famiglie dei due uomini «morti lavorando –ha detto – e lavorando con passione. Mi hanno detto i loro familiari che ci tenevano ad essere loro a fare quel lavoro, a mettere i lumini per la festa di Santa Croce. Ho sentito tnata vicinanza di tutta la nostra gente a queste due famiglie.«

Ieri mattina si era svolta l’Assemblea annuale, appuntamento statutario per l’approvazione del bilancio e delle linee guida dell’azione della Federazione regionale delle Misericordie, mentre nel pomeriggio si erano svolte le gare di soccorso che hanno visto in lizza 24 equipaggi di tutta la Toscana (in tutto 130 persone) e che sono state vinte da un equipaggio di Prato, davanti alla squadra ‘di casa’ del coordinamento lucchese.

Misericordie, il «MiThink 2017» si chiude con nuovi automezzi per la Toscana
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento