Toscana
stampa

Misericordie toscane, Prato domina la gara di soccorso

Al meeting regionale delle Misericordie toscane, in corso a Borgo a Mozzano, ieri pomeriggio si è svolta una competizione di soccorso tra i volontari (due per ogni coordinamento zonale della nostra regione). 

Un momento dell'esercitazione di pronto soccorso a Borgo a Mozzano

Trionfa Prato nella gara di soccorso tra le Misericordie della Toscana, piazzando un equipaggio al primo e uno al terzo posto. Ad aggiudicarsi il secondo gradino del podio un equipaggio del coordinamento della Lucchesia. È il risultato della competizione svoltasi ieri pomeriggio a Borgo a Mozzano (LU) tra 24 squadre (due per ogni coordinamento zonale della nostra regione) di volontari delle Misericordie (in tutto circa 130 persone), nell’ambito di ‘MiThink 2017’, l’VIII° Meeting regionale delle Misericordie della Toscana, in programma ieri ed oggi sulle sponde del Serchio. 

Le prove di soccorso hanno riguardato simulazioni di defibrillazione precoce (protocollo BLSD), di un incidente con caduta (protocollo SVT, ovvero supporto vitale a trauma) e un intervento su bambini (protocollo PBLS, ovvero soccorso a paziente pediatrico). Nella semifinale, a cui sono arrivati due equipaggi di Lucca e due di Prato, la prova consisteva nel soccorso a un paziente politraumatizzato a seguito di un incidente stradale. 

A sfidarsi in finale sono stati un equipaggio di Prato e uno di Lucca, che hanno dovuto affrontare una prova di soccorso con la tecnica della simulazione: in pratica è stato ricostruito uno scenario di emergenza simulata, nella strada centrale di Borgo a Mozzano (vedi foto allegate) a cui hanno partecipato anche i volontari della locale Misericordia e gli altri equipaggi già eliminati.

«Si è trattato – spiega Filippo Pratesi, coordinatore regionale per la formazione delle Misericordie – di una prova preparata con le tecniche della simulazione che abbiamo inserito nel percorso formativo delle Misericordie della Toscana. Lo scenario era quello di una scuola, in cui è stato simulato un attacco terroristico, per mettere alla prova gli equipaggi anche all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (DPI), di cui, purtroppo, l’attualità ci dice che potremmo avere bisogno. Ciò che ci conforta è che le nostre squadre hanno risposto molto bene, dimostrandosi preparate a fronteggiare anche questi drammatici scenari».

Il Meeting regionale delle Misericordie ha visto la partecipazione di oltre 700 fratelli e sorelle delle 310 Misericordie della Toscana. Oggi la giornata conclusiva, con la presentazione del Documento Programmatico delle Misericordie, frutto dei tavoli di lavoro del Meeting e la Santa Messa, alle 10,45, nella chiesa di San Jacopo, con la Vestizione «condivisa» dei nuovi Confratelli, presieduta da monsignor Italo Benvenuto Castellani, arcivescovo di Lucca. Al termine della celebrazione, corteo verso piazza della Stazione con accompagnamento della Merciful Band della Misericordia e a seguire l’inaugurazione di un nuovo PASS (posto assistenza socio sanitaria) odontoiatrico, da utilizzare in caso di emergenze e calamità. Il Mithink si concluderà in forma conviviale, con il pranzo di congedo e l’arrivederci al prossimo Meeting.

Misericordie toscane, Prato domina la gara di soccorso
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento