Toscana
stampa

NAPOLITANO A PISA PER CONVEGNO SCUOLA SANT'ANNA

Percorsi: Regione

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha scoperto stamani a Pisa una targa che indica Largo Padri della Costituzione, nei pressi della stazione centrale. La cerimonia è avvenuta dopo l'intervento del presidente alla Scuola Superiore Sant'Anna al convegno che celebra i vent'anni dell'istituto, intitolato "Formazione e valorizzazione dei talenti: una sfida per il Paese". Il Presidente della Repubblica ha ascoltato un breve discorso del sindaco di Pisa Paolo Fontanelli - presenti tra gli altri l'arcivescovo Plotti, il presidente della Regione Toscana Claudio Martini e il presidente del Consiglio regionale Riccardo Nencini -, poi ha tolto il drappo blu che copriva la targa del nuovo tratto di strada che mette in comunicazione Piazza Sant'Antonio e Piazza Vittorio Emanuele. Napolitano prima di ripartire ha salutato la folla che si era assiepata attorno al palco, ha stretto molte mani e si è soffermato a parlare con un gruppo di studenti che gli avevano fatto dono della feluca di giurisprudenza di colore blu e di una pergamena in cui è trascritto l'inno degli studenti pisani.Giorgio Napolitano ha concluso la visita a Pisa con una puntata a Piazza dei Miracoli, dove il rettore della Scuola Normale Salvatore Settis e le autorità locali gli hanno illustrato i restauri della Torre pendente e lo hanno accompagnato in cattedrale. Mentre saliva in auto, dalla piccola folla raccolta intorno, una voce gli ha gridato: "Presidente, salvi l'Italia". "Da solo non ce la faccio", ha detto il presidente della Repubblica. "L'aiutiamo noi", hanno detto altre voci dal pubblico. Napolitano è quindi ripartito per Roma. (ANSA).

NAPOLITANO A PISA PER CONVEGNO SCUOLA SANT'ANNA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento