Toscana
stampa

PAKISTAN, OMICIDIO BHUTTO: PER SCOTLAND YARD MORTA A CAUSA ESPLOSIONE

Percorsi: Mondo

Benazir Bhutto è morta per aver sbattuto violentemente la testa in seguito all'esplosione che ha colpito la vettura su cui viaggiava e non perché raggiunta da colpi d'arma da fuoco. E' quanto sostiene il rapporto reso pubblico oggi dagli investigatori di Scotland Yard, chiamati a collaborare sulle indagini per la morte della ex-guida del partito di opposizione pakistano (Ppp), uccisa il 27 dicembre scorso a Rawalpindi. "L'esplosione - si legge nel rapporto firmato dal soprintendente John MacBrayne - le ha fatto sbattere il capo violentemente", causandole "una ferita grave e fatale alla testa". Secondo gli investigatori inoltre, nessuno dei tre colpi esplosi dalla pistola di un attentatore tra la folla, avrebbe raggiunto la donna. Le cause della morte della Bhutto, avvenuta in piena campagna elettorale, hanno alimentato un'accesa polemica tra le autorità di Islamabad, che hanno sempre sostenuto la tesi della morte per un colpo violento della testa, e la famiglia e i sostenitori dell'ex-primo ministro, che hanno sempre prediletto la tesa dell'assassinio mirato. Sempre sul fronte delle indagini, ieri i servizi di sicurezza pachistani hanno annunciato l'arresto di due persone sospettate di essere coinvolte nell'uccisione dell'ex primo ministro.
Misna

PAKISTAN, OMICIDIO BHUTTO: PER SCOTLAND YARD MORTA A CAUSA ESPLOSIONE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento