Toscana
stampa

Pistoia: ecco la stazione ferroviaria rinnovata. Rfi ha speso 5 milioni

La stazione di Pistoia in gran parte rinnovata è pronta. È stata presentata oggi dall'assessore regionale ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli, dal sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi, dal nuovo prefetto, Emilia Zarrilli e dal direttore della produzione toscana di Rfi, Efisio Murgia.

Il taglio del nastro della nuova struttura (Dal sito di Fs)

Gli interventi sono costati 5 milioni, a carico di Rete ferroviaria italiana. La stazione da ora può contare su marciapiedi rialzati a 55 centimetri di altezza sono collegati a un sottopasso rinnovato con nuovi ascensori e un nuovo accesso. «Adesso quella di Pistoia è una stazione decorosa, accogliente e più sicura, un biglietto da visita importante - spiega l'assessore -. Questo intervento fa parte di quella cura del ferro che noi abbiamo lanciato e che perseguiamo con grande convinzione».

Negli ultimi tre anni, d'altra parte, oltre all'abbattimento delle barriere architettoniche e al miglioramento delle informazioni e delle stazioni, la riqualificazione del servizio ferroviario in Toscana ha visto soprattutto l'entrata a regime di 73 nuovi treni.

«Un'altra opera importante che riguarda anche Pistoia - rammenta Ceccarelli - è il raddoppio della ferrovia da qui a Lucca i cui lavori del primo lotto stanno procedendo e siamo nella fase finale della progettazione del secondo lotto». Si tratta, a tal proposito, di «un grande investimento, per oltre 450 milioni, a cui la Regione concorre per oltre il 50%. Rientra nel nostro obiettivo di migliorare il trasporto pubblico locale, aumentandone la qualità verso una mobilità sostenibile che come Regione stiamo perseguendo insieme ai Comuni». 

Pistoia: ecco la stazione ferroviaria rinnovata. Rfi ha speso 5 milioni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento