Toscana
stampa

Province: presidente Toscana Rossi, riordino governo ha un senso

Il presidente della Regione osserva che "i nuovi confini approvati richiamano la mia proposta iniziale di unificare le province in tre aree vaste, mantenendo quella di Arezzo, anche se quella da me avanzata era diversa nelle modalità di attuazione e non prevedeva la città metropolitana". Un "giudizio definitivo" solo "quando l'intero iter si sarà concluso"

Percorsi: Province - Toscana
Parole chiave: spending review (40), costi politica (38)

(ASCA) - ''La perimetrazione approvata oggi dal Consiglio dei ministri ha un senso perché si raccorda con la legislazione regionale sulle aree vaste, con i tanti studi effettuati e con le numerose iniziative di governance promosse dalla stesse Province''. Così il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta le decisioni uscite oggi Consiglio dei ministri. ''Certamente - prosegue - i nuovi confini approvati richiamano la mia proposta iniziale di unificare le province in tre aree vaste, mantenendo quella di Arezzo, anche se quella da me avanzata era diversa nelle modalità di attuazione e non prevedeva la città metropolitana. In merito all'istituzione della città metropolitana raccolgo le preoccupazione dei sindaci delle città capoluogo. L'area centrale non può certo essere considerata a tutti gli effetti, ancorché metropolitana, una città. E' in realtà una dimensione territoriale che per le sue caratteristiche ha bisogno di una governance unitaria. Perciò - conclude Rossi - un giudizio definitivo sul processo di riorganizzazione delle province sarà comunque possibile solo quando l'intero iter si sarà concluso''.

Fonte: Asca
Province: presidente Rossi, riordino governo ha un senso
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento