Toscana
stampa

RIFIUTI, NEL 2009 IN TOSCANA 38,56% DI RACCOLTA DIFFERENZIATA (+2%)

Percorsi: Regione
Parole chiave: ambiente (400), rifiuti (53), raccolta differenziata (14)

(ASCA) - Cresce la raccolta differenziata in Toscana che nel 2009 si è attestata a quota 38,56% con un incremento di circa due punti rispetto all'anno precedente. Cala in modo significativo la produzione pro capite di rifiuti urbani che scende da 684 a 663 kg/abitante tornando sui valori del 2002. è in decrescita anche il dato assoluto di produzione di rifiuti urbani, che nel 2009 è pari a 2.474.299 tonnellate segnando 2,6 punti percentuali in meno rispetto all'anno precedente. “Registriamo con soddisfazione i dati positivi emersi oggi - commenta l'assessore regionale all'ambiente Anna Rita Bramerini -.Se per la diminuzione dei rifiuti il calo credo sia conseguenza anche della crisi economica che colpisce le famiglie e le imprese, il fatto che la raccolta differenziata cresca con un trend costante conferma il grande impegno che la Regione sta dedicando alla riorganizzazione del sistema di gestione dei rifiuti e alla promozione della raccolta differenziata”. Ogni cittadino toscano, in media, in un anno ha raccolto 237 chili di rifiuti differenziati. Un dato che cambia da provincia a provincia. Ad Arezzo, per esempio, i chili pro capite sono stati 182, a Firenze 245, a Grosseto 195, a Livorno 245, a Lucca 302, a Massa-Carrara 186, a Pisa 213, a Pistoia 196, a Prato 317, a Siena 261. 55 comuni hanno superato l'obiettivo del 45% di raccolta differenziata”.

RIFIUTI, NEL 2009 IN TOSCANA 38,56% DI RACCOLTA DIFFERENZIATA (+2%)
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento