Toscana
stampa

SIRIA: PADRE PAOLO DALL'OGLIO, NON VA LASCIATO SOLO

Percorsi: Mondo
Parole chiave: siria (146), dialogo interreligioso (276), missionari (69)

“Voglio esprimere la mia solidarietà a Padre Paolo Dall'Oglio, impegnato in Siria da oltre 30 anni. In un momento difficile come quello che sta vivendo il Paese arabo non si possono mettere a tacere voci libere come quella del religioso gesuita. Per questo ci auguriamo che il Governo siriano ci ripensi e dia un segnale di apertura lasciando padre Dall'Oglio la possibilitàdi proseguire il suo prezioso lavoro”. È quanto dichiara in una nota diffusa oggi Cristian Carrara, presidente delle Acli di Roma in merito alla notizia della sempre più probabile espulsione dalla Siria del monaco gesuita padre Paolo dall'Oglio, in quanto “persona non gradita”. “Non va lasciato solo'', ha rimarcato Salvatore Pagliuca, presidente nazionale dell'Unitalsi, perché è “un vero pioniere nei rapporti con l'Islam” che “da 30 anni in Siria porta avanti un grande lavoro centrato sul dialogo interreligioso e sulla pace”. Intanto, nella giornata di oggi p. Dall'Oglio ha rivolto un appello al ministro della Cooperazione internazionale, Andrea Riccardi poiché in "Siria la situazione può diventare venti volte più cruenta di adesso” e “bisogna lavorare subito per evitare il peggio”. Tra gli altri, anche il Centro Astalli di Roma ha espresso solidarietà a padre Dall'Oglio.

SIRIA: PADRE PAOLO DALL'OGLIO, NON VA LASCIATO SOLO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento