Toscana
stampa

SIRIA: RAMBALDI (CARITAS TURCHIA), NEI CAMPI SOLO DONNE, BAMBINI E ANZIANI

Percorsi: Mondo
Parole chiave: turchia (57), siria (146), caritas (569), profughi (189)

Caritas Turchia si sta attivando per mettere a disposizione aiuti materiali e psicologici alle frontiere tra Turchia e Siria, dove sono ammassati in cinque campi oltre 10.100 profughi in fuga dalla Siria. “Sono in maggioranza donne, bambini e anziani e centinaia di feriti – racconta oggi al SIR Chiara Rambaldi, operatrice umanitaria che lavora nel team di Caritas Turchia -. Non è consentito l'accesso ai campi, ma abbiamo dei contatti all'interno che ci segnalano i bisogni immediati: chiedono soprattutto kit sanitari, giochi, cibo e indumenti. Ma la distribuzione sarà affidata alla Mezzaluna rossa (Red crescent), che sta gestendo i campi e in continuazione allestisce tende nella zona”. L'assenza di uomini tra i profughi fa scatenare numerose ipotesi: “Forse hanno difficoltà ad accedere alla frontiera, forse sono stati arrestati o forse hanno mandato avanti donne, bambini e anziani e stanno aspettando gli sviluppi della situazione”. Rambaldi precisa che finora “solo una decina di organizzazioni non governative e alcuni giornalisti hanno potuto verificare le condizioni nei campi durante una visita organizzata dalle autorità, per cui è difficile capire effettivamente i bisogni. Noi abbiamo inviato una persona che ha contatti dall'esterno”.
“Sembra che il governo turco e le organizzazioni stiano lavorando bene ed in fretta – osserva l'operatrice di Caritas Turchia -, rispettando gli accordi internazionali. Infatti la frontiera è mantenuta aperta”. Finora il governo turco sta concedendo ai profughi un foglio di identificazione. Le persone fuggono da Jisr al-Sughur, una città siriana a 20 km dal confine turco, e si ammassano nella città turca di Hatay (Antakya). “Il flusso è in aumento – prosegue Rambaldi - e abbiamo notizie di violenze, arresti arbitrari e uso della forza. Purtroppo non è facile verificare perché in Siria non è consentito l'ingresso di giornalisti”. “Quello che ci preoccupa – sottolinea – sono le condizioni psicologiche della gente che vive nei campi. Cercheremo di dare aiuti anche ai siriani che arriveranno ad Istanbul e avranno bisogno di sostegno per l'eventuale richiesta di asilo politico”. Caritas Turchia è in contatto con le principali organizzazioni umanitarie. Nella zona dei campi ci sono 112 servizi sanitari d'emergenza e ambulanze, secondo le informazioni diffuse dalla Mezzaluna rossa. (Sir)

SIRIA: RAMBALDI (CARITAS TURCHIA), NEI CAMPI SOLO DONNE, BAMBINI E ANZIANI
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento