Toscana
stampa

Sanità. Gravidanze rischio, nasce rete clinica regionale

Negli ultimi decenni anche in Toscana sono aumentate le gravidanze a rischio. La Regione prova allora a migliorare l'efficienza della risposta da mettere in campo in ambito sanitario. Una delibera approvata dalla giunta prevede così di istituire una rete clinica regionale per il management delle gravidanze ad alto rischio sia per le madri che per i feti.

Percorsi: Natalità - Regione - Sanità
Neonato con la sua mamma (Foto Sir)

L'obiettivo è adeguare l'offerta sanitaria ai migliori standard nazionali e internazionali. La rete si articola in un comitato strategico regionale, tre sottoreti di area vasta con la relativa unità di medicina materno-fetale, alcuni segmenti territoriali ospedalieri per le gravidanze a rischio. Viene previsto anche un centro di coordinamento per le patologie del feto. L'idea, in effetti, è quella di concentrare la risposta del servizio sanitario in pochi centri specializzati in maniera da garantire un'assistenza all'avanguardia, in condizioni di equità di accesso per le gestanti che ne hanno necessità, e al tempo stesso con una omogeneità dei comportamenti professionali.

«Negli ultimi mesi abbiamo messo in atto azioni e percorsi a favore della gravidanza e della nascita - spiega l'assessore al Diritto alla Salute, Stefania Saccardi - il nuovo protocollo per la gravidanza fisiologica, il nuovo percorso di accesso alla diagnosi prenatale, la nuova applicazione mobile al percorso nascita hAPPyMamma. Abbiamo aggiornato i livelli organizzativi per la rete dei punti nascita e le raccomandazioni per il trasporto protetto neonatale e il trasporto assistito materno». Con questa nuova delibera, prosegue, «abbiamo voluto assicurare un percorso coordinato per le gravidanze ad alto rischio, perché le mamme e i nascituri abbiano i servizi e le competenze migliori».

Fonte: Agenzia Dire
Sanità. Gravidanze rischio, nasce rete clinica regionale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento