Toscana
stampa

Staminali: giudice Livorno, Sofia può riprendere cura a Brescia

La piccola Sofia potrà riprendere la terapia con l'infusione di staminali con il «Metodo Stamina» agli Spedali riuniti di Brescia. Lo ha deciso il giudice di Livorno Francesca Sbrana, accogliendo quindi la richiesta della famiglia della bimba di 3 anni e mezzo, affetta da una grave malattia neuro-degenerativa.

Percorsi: Livorno - Minori - Sanità
Parole chiave: caterina ceccuti (1), staminali (11), sofia (2)

«Il giudice - spiega la mamma di Sofia, Caterina Ceccuti - ha preso un provvedimento d'urgenza, perché Sofia ha immediato bisogno di proseguire la cura. Temevamo che l'attesa per il decreto ministeriale prendesse troppo tempo e abbiamo preso questa iniziativa per garantire all'ospedale il terreno legale per potersi muovere. Ora l'ospedale può seguire la bambina». La prossima infusione di staminali arriverà a fine aprile. «Devo procedere con il prelievo di cellule e la prossima infusione ci sarà tra circa 45 giorni», spiega Caterina. La decisione del giudice non prevede un termine per la cura. «La dottoressa Sbrana - spiega - ha lasciato ogni decisione su questo ai medici, limitandosi a decretare che la cura deve essere fatta a Brescia perché là il laboratorio è già pronto».

Fonte: Asca
Staminali: giudice Livorno, Sofia può riprendere cura a Brescia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento