Toscana
stampa

TOSCANA: DALLA REGIONE 4,2 MILIONI PER ASILI NIDO E SERVIZI ALL'INFANZIA

Percorsi: Regione
Parole chiave: infanzia (16), scuola (352), regione toscana (1598)

(ASCA) - La Regione Toscana sta per assegnare 4,2 milioni di euro per finanziare costruzione, ristrutturazione, ampliamento, adeguamento normativo (ma anche per acquisto di immobili e strutture) in infrastrutture per i servizi alla prima infanzia e per la scuola dell'infanzia. Il bando, approvato dagli uffici regionali nel settore istruzione ed educazione, ha consentito la presentazione di oltre 100 domande, in gran parte provenienti da soggetti pubblici: il percorso amministrativo da parte degli uffici regionali (la scadenza per completare la presentazione delle domande era stata prorogata al 5 agosto 2012) si concluderà entro la fine dell'anno con l'approvazione della graduatoria. ''Per noi - sottolinea Stella Targetti, vicepresidente con delega a istruzione ed educazione - l'infanzia è una priorità: per questo stiamo facendo il massimo, anche a livello di investimenti, in una situazione molto difficile a causa della crisi e dei tagli ai trasferimenti statali''. Con questo bando sono finanziati interventi infrastrutturali di varia natura: nidi d'infanzia (compresi gli aziendali) e servizi integrativi (Centri Bambini e Genitori, Centri Gioco Educativo); scuole dell'infanzia; progetti sperimentali Zerosei. Fra gli obiettivi specifici la riduzione delle liste di attesa comunali per la prima infanzia, la migliore distribuzione quali-quantitativa delle scuole d'infanzia, la sperimentazione di progetti educativi integrati da 0 a 6 anni. Per la grande maggioranza le domande sono pervenute da soggetti pubblici.

TOSCANA: DALLA REGIONE 4,2 MILIONI PER ASILI NIDO E SERVIZI ALL'INFANZIA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento