Toscana
stampa

Edizione on line

Torna «Puliamo il mondo»

Venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 settembre torna per l'undicesimo anno, anche in Toscana "Puliamo il Mondo" di Legambiente, la più grande campagna di volontariato ambientale. Moltissime le adesioni che pervenute per da tutte le regioni, ma il record delle partecipazioni per il secondo anno consecutivo è tutto toscano. La nostra regione infatti è la prima in termini percentuali di adesioni sul totale di comuni. Saranno 183 per questa edizione, ben 32 comuni in più rispetto allo scorso anno e per l'ambientalismo un nuovo successo, visto che ciò significa che per il prossimo week-end ben il 64% dei comuni toscani sarà impegnato in operazioni di volontariato ambientale.

Venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 settembre torna per l'undicesimo anno, anche in Toscana "Puliamo il Mondo" di Legambiente, la più grande campagna di volontariato ambientale organizzata in Italia con la collaborazione della Rai ed il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio, del Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca, dell'ANCI, dell'UPI, di Federparchi, della Rappresentanza a Milano della Commissione Europea, dell'UNCEM e dell'UNEP. Moltissime le adesioni che pervenute per da tutte le regioni, ma il record delle partecipazioni per il secondo anno consecutivo è tutto toscano. La nostra regione infatti è la prima in termini percentuali di adesioni sul totale di comuni. Saranno 183 per questa edizione, ben 32 comuni in più rispetto allo scorso anno e per l'ambientalismo un nuovo successo, visto che ciò significa che per il prossimo week-end ben il 64% dei comuni toscani sarà impegnato in operazioni di volontariato ambientale.

Prato è la provincia con più comuni aderenti sul totale (7 su 7 = 100%), ma è un successo anche per la provincia di Firenze dove partecipano l' 84% dei comuni, ovvero 37 su 44, contro i 34 dello scorso anno. Virtuosa anche Siena con il 72% dei comuni partecipanti, 26 su 36 ed erano 20 nella scorsa edizione. Segue Grosseto che aderisce con il 68% dei suoi comuni, 19 su 28, con 5 comuni guadagnati dalla scorso anno, poi Pisa col 66% delle adesioni (26 su 39, un comune in più rispetto al 2003), Livorno col 65% dei comuni (13 su 20, erano 10 lo scorso anno) Arezzo col 61% delle adesioni (24 su 39, contro i 19 dell'ultima edizione) Massa 64% dei comuni partecipanti, 11 su 17, mentre erano solo 4 lo scorso anno.

Caso particolare quello della provincia di Lucca che quest'anno partecipa col 40% dei comuni, 14 su 35, fa un bel balzo dai 4 della passata edizione guadagnando ben 10 nuovi comuni. Fanalino di coda la provincia di Pistoia, la sola a far perdere adesioni: erano 10 i comuni partecipanti lo scorso anno, sono solo 6 su 22 oggi (meno 4), il 27%.

Puliamo il Mondo è la declinazione italiana di "Clean Up The World". L'iniziativa è stata portata in Italia da Legambiente, e rappresenta la campagna di volontariato per l'ambiente più partecipata del nostro Paese. In questi dieci anni vi hanno preso parte oltre 7 milioni di persone: solo in toscana sono state oltre 600.000.

In tutta la Toscana per quest'anno è prevista la partecipazione di 40.000 volontari di cui quasi la metà saranno bambini e ragazzi provenienti dalle 130 scuole toscane tra elementari, medie e superiori che hanno aderito a Puliamo il Mondo. Grandi e piccini armati di guanti, sacchi e ramazze ripuliranno ben 360 aree disseminate in tutto territorio regionale fra spazi verdi, boschi, fiumi, parchi cittadini, aree limitrofe alle strade di grande traffico, spiagge, ecc.

"Il gran numero di adesioni che stiamo raccogliendo – dichiara Piero Baronti, presidente di Legambiente Toscana – è un'importante conferma della voglia crescente di partecipazione che si nota nella società civile negli ultimi anni. Comitati ed associazioni impegnate nella difesa dei diritti, dell'ambiente e del sociale, registrano un costante incremento. Puliamo il Mondo è in questo senso un'azione simbolica ma estremamente concreta, con l'obiettivo di recuperare numerosi luoghi di degrado e nello stesso tempo, di promuovere il corretto smaltimento dei rifiuti e l'attenzione al territorio".

In questa edizione di Puliamo il Mondo, l'Arno sarà al centro anche di una nuova iniziativa, intitolata Puliamo l'Arno. Una novità di quest'anno organizzata da Legambiente in collaborazione con l'Associazione per l'Arno, proprio in questi giorni impegnata con i canoisti nella spettacolare discesa del fiume. Sabato 25 settembre in contemporanea in tutti i comuni situati sull'asta del fiume, volontari, piccoli e grandi, formando una sorta di enorme cordone umano, ripuliranno le sponde del fiume più importante della Toscana. Una scenografica operazione di volontariato ambientale che coinvolgerà migliaia di persone, il tutto ripreso dall'alto dalle telecamere della Rai, all'interno della trasmissione condotta da Beppe Rovera "Ambiente Italia". Nell'ambito di questa iniziativa a Firenze i canoisti della UISP ripuliranno le sponde del fiume direttamente dalle canoe.

A Bagno a Ripoli, il 25 mattina avrà luogo la pulizia delle antiche Gualchiere di Remole. Un'operazione importante visto che le Gualchiere rappresentano uno dei pochi esempi rimasti di mulini d'acqua di epoca tardo medioevale, una grande opera d'idraulica industriale che documenta lo sviluppo raggiunto nel 300 dall'industria della lana fiorentina. La ripulitura di questa area da parte dei ragazzi delle scuole di Bagno a Ripoli aggiunge quindi all'importanza ambientale un notevole valore socio –culturale degno di nota. "Anche quest'anno – dichiara Vittorio Bugli, presidente dell'Associazione per l'Arno – come già nella passata edizione, ci siamo legati all'iniziativa di Legamebiente, chiamando tutti i toscani a ripulire il nostro fiume: quello del recupero ambientale è uno degli obiettivi fondamentali dell'Associazione, insieme alla tutela dal rischio idraulico, alla realizzazione di progetti per la fruibilità del fiume, dai percorsi ciclabili al Parco Fluviale. Siamo impegnati a fondo in questa battaglia e Legambiente è stata al nostro fianco, nell'Associazione per l'Arno, fin dalla fase costitutiva. Sabato, alla vigilia della conclusione di questa seconda discesa lungo il fiume, lanceremo un numero verde per le segnalazioni, le denunce e le proposte dei cittadini: vogliamo restituire l'Arno più pulito ai nostri figli".

Ma Puliamo il Mondo non finisci qui. A Palazzuolo sul Senio (Fi) nel Mugello verrà organizzata "Ambientetavola", una tre giorni alla riscoperta dei sapori genuini del nostro Appennino. Dopo le programmate operazioni di pulizia i volontari di Legambiente si uniranno quindi agli altri visitatori per gustare le specialità che il nostro territorio, insieme alla creatività dei ristoratori locali, sapranno offrire, il tutto nel rispetto e nella tutela dell'ambiente. A San Piero a Sieve (Fi), sabato 25 una straordinaria apertura delle scuole elementari permetterà ai bambini di partecipare all'iniziativa, mentre a Barga (Lu), venerdì 24, i ragazzi delle scuole andranno a ripulire una parte del loro territorio in compagnia dei rappresentanti della nota comunità scozzese da anni presente nel territorio.

Inoltre, a Campi Bisenzio (Fi) e Borgo a Mozzano (Lu), tutte le associazioni di volontariato presenti saranno impegnati nel ripulire le aree verdi dei capoluoghi e delle loro frazioni. In fine, tutti i comuni di Massa Carrara che aderiscono a Puliamo il Mondo, grazie al coordinamento della Provincia, concentreranno l'opera di ripulitura interamente sui corsi d'acqua che attraversano il loro territorio.

Il sito di Puliamo il mondo

Legambiente Toscana

Torna «Puliamo il mondo»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento