Toscana
stampa

Toscana, la «Spesa per tutti» contro lo spreco alimentare

La Regione Toscana crede ancora in «Spesa per tutti». La Giunta regionale ha deciso di rifinanziare con 150 mila euro il progetto volto a reperire generi alimentari e a diffondere la cultura della lotta allo spreco di cibo. 

La presentazione del progetto

L'iniziativa è nata nel 2016 a seguito di un accordo fra palazzo Strozzi Sacrati, terzo settore e grande distribuzione. Da allora è stato rinnovato ogni anno. Il progetto è stato presentato, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta direttamente nella sede del Banco Alimentare alla Mercafir, dall'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi, assieme al dirigente della Regione Alessandro Salvi, e a Marcello Suppressa, delegato regionale Caritas, Leonardo Carrai, del Banco Alimentare, Elisabetta Bruni, di Unicoop Firenze, Massimo Ciucchi, responsabile Rete soci Toscana di Conad Nordovest, e David De Lauzieres, direzione Affari legali e societari di Esselunga spa.

Negli anni precedenti sono stati distribuiti 8.100 pacchi spesa ogni anno, nel 2019 la quantità è stata raddoppiata,16.000, per il 2020 si conta di arrivare a distribuire 19.000 pacchi. Ma i numeri da soli non rendono giustizia dell'importanza del progetto a livello sociale e territoriale: decine di Caritas parrocchiali coinvolte, centinaia di volontari impegnati nell'individuazione delle famiglie destinatarie, un numero non indifferente di destinatari indiretti.

"Il nostro grazie a Banco Alimentare, Caritas e grande distribuzione- spiega l'assessore regionale al Sociale, Stefania Saccardi- che ci aiutano a portare avanti questo progetto e a farlo crescere". Purtroppo, fa notare, "i numeri dei pacchi che distribuiamo sono ogni anno in crescita. E dico purtroppo perché, se questo testimonia la bontà del progetto, pero' significa anche che cresce il bisogno alimentare. Dobbiamo impegnarci sempre di più, perché questa é una delle povertà meno sopportabili".

"Questo è un  progetto che mette insieme vari attori della filiera- ha sottolineato Leonardo Carrai - C'è un dialogo e un'apertura che a noi piace molto. I progetti fatti insieme riescono a inciidere di più dove c'è un bisogno sociale".

"Grazie a Regione Toscana, partner di tanti altri progetti che abbiamo portato avanti - ha ricordato Marcello Suppressa - L'individuazione delle famiglie e la distribuzione dei prodotti è frutto del lavoro dell'Osservatorio sociale della Regione e dei Centri di ascolto della Caritas, e della disponibilità della grande distribuzione ".

"In questi quattro anno il progetto si è evoluto - ha dichiarato Massimo Ciucchi - Abbiamo agito in collaborazione con Regione Toscana e in concorrenza virtuosa tra di noi della grande distribuzione".

"Vogliamo continuare a lavorare insieme in rete - ha fatto sapere Elisabetta Bruni -, perché da' risultati migliori. Spesa per tutti da' importanza a ogni realtà distributiva sul territorio".

"Aiutare le famiglie in difficoltà - ha concluso David De Lauzieres - spiega la nobiltà di questo progetto. Vogliamo continuare a porci tutti insieme traguardi ambiziosi".

Fonte: Agenzia Dire
Comunicato stampa
Toscana, la «Spesa per tutti» contro lo spreco alimentare
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento