Toscana
stampa

Trasporto sanitario, dall’8 novembre il volontariato diventa protagonista

Si insedierà la Conferenza regionale permanente, organismo paritetico composto da rappresentanti della Regione, del Volontariato (Anpas, Misericordie, Croce Rossa), del Sistema sanitario. L’organismo svolge la funzione di una vera e propria cabina di regia. Entra così nella piena fase attuativa la legge regionale sul trasporto sanitario

Entra nella piena fase attuativa la legge regionale sul trasporto sanitario. Si insedierà il prossimo 8 novembre infatti, la Conferenza regionale permanente, organismo paritetico composto da rappresentanti della Regione, del Volontariato (Anpas, Misericordie, Croce Rossa), del Sistema sanitario. Secondo quanto previsto dalla normativa regionale 70/2010, l’organismo svolge la funzione di una vera e propria cabina di regia per l’attuazione della legge approvata dalla Regione, dopo la procedura di infrazione nei confronti della Toscana aperta dall’Unione europea nel 2007 e chiusa nel maggio scorso che riguardava il vecchio accordo quadro per la disciplina del trasporto sanitario.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente delle Pubbliche Assistenze toscane, Attilio Farnesi, e dal presidente delle Misericordie toscane, Alberto Corsinovi, che siederanno nella conferenza regionale in rappresentanza delle rispettive associazioni. «L’insediamento dell’organismo previsto dalla nuova legge sul trasporto sanitario – ha detto Farnesi – rappresenta per il volontariato un passaggio davvero importante. Dall’attività della conferenza e dalla collaborazione tra tutti i soggetti che vi partecipano dipende non solo l’attuazione normativa, ma anche l’istituzione dei tavoli locali di confronto, che serviranno a fornire tutte le indicazioni necessarie al corretto funzionamento della legge».«Questo organismo, che doverosamente è stato istituito – ha detto Corsinovi - sarà anche il tavolo che, a norma di legge, vedrà il pieno coinvolgimento del volontariato, che è l’attore principale del sistema di emergenza territoriale. In quella sede discuteremo anche delle idee e delle proposte che la Regione sta abbozzando anche in materia di riordino del sistema dell’emergenza. Sarebbe infatti opportuno che le nuove strategie fin dall’inizio si concertassero con il volontariato che, come sancito dalla legge regionale, è partner del sistema e non mero erogatore di servizi».

Fonte: Tog
Trasporto sanitario, dall’8 novembre il volontariato diventa protagonista
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento