Vita Chiesa

Vita Chiesa stampa

L'emergenza climatica al centro del briefing di oggi, relativo all'ultimo giorno in cui si sono riuniti i Circoli minori. Da domani si lavora per il documento finale del Sinodo per l'Amazzonia. «Bisogna osare», la proposta dal Congo per risolvere il problema della mancanza di sacerdoti. A prendere la parola anche la «paladina» brasiliana delle vittime delle dighe.

«Essere costruttori di fraternità e coesistenza pacifica ovunque si trovino». Questo l'invito - che vale «per ogni persona», ma «in particolare per cristiani e induisti» - al centro del messaggio inviato dal Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso per la festa di Diwali, celebrata da tutti gli indù ed è conosciuta come Deepavali ossia «fila di lampade ad olio».

Durante il briefing odierno sul Sinodo pe rl'Amazzonia il card. Schönborn si è soffermato sul necessario rilancio del diaconato permanente e sulle critiche che vengono mosse al Papa. Sono intervenuti anche padre Dario Bossi, superiore provinciale dei Missionari Comboniani in Brasile, Marcivana Rodrigues Paiva, rappresentante del gruppo etnico sateré mawé e mons. Domenico Pompili, vescovo di Rieti.

«Continuare, con rinnovato spirito ecumenico, il vostro servizio alla gente del mare». È l'invito rivolto dal Papa ai membri dell'International Christian Maritime Association, nella ricorrenza del cinquantesimo anniversario della sua fondazione e all'apertura dei lavori dell'XI Conferenza mondiale, che si svolge a Kaohsiung (Taiwan) dal 21 al 25 ottobre 2019, sul tema «50 anni di lavoro insieme per i marittimi, i pescatori e le loro famiglie.

«Il card. Hummes ha illustrato il progetto del documento finale, di cui è iniziata l'elaborazione, ma il processo di ascolto non è terminato». A precisarlo è stato Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, nel briefing che ha inaugurato l'ultima settimana del Sinodo per l'Amazzonia, che si concluderà il 27 ottobre.