Vita Chiesa

Vita Chiesa stampa

Eletto 20 giorni dopo la morte di Paolo VI, fu trovato morto la mattina del 29 settembre 1978,

dopo soli 33 giorni di pontificato. E questo darà fiato a illazioni e ad accuse di avvelenamento. Tutto falso. La sera prima di coricarsi aveva accusato dei dolori al petto, come mi è stato raccontato dal suo segretario don Diego Lorenzi

La lettera, firmata dal direttore don Morelli e approvata dall’Arcivescovo Benotto, è partita stamani dopo le accuse su facebook dell’Onorevole Ziello. Nel 2017 incontrate 1.623 persone, distribuiti 34.452 pasti, effettuate 2.294 docce e alla Cittadella hanno fatto la spesa gratuitamente 477 famiglie in difficoltà. Senza ricevere contributi pubblici e offrendo servizi per un milione di euro. Don Morelli: «Continueremo a farlo, sempre senza distinzioni».

(da New York) «Questa è una catastrofe morale». Lo ha detto il card. Daniel DiNardo, presidente della Conferenza episcopale statunitense, dopo l’incontro con il Comitato esecutivo e con alcuni vescovi chiamati a esaminare i nuovi e ripetuti casi di abuso ad opera di membri del clero e rivelati nelle scorse settimane prima dalle denunce nei confronti dell’arcivescovo McCarrick e poi dal rapporto del Gran Giurì su sei diocesi della Pennsylvania.

«Il crollo del ponte Morandi sul torrente Polcevera ha provocato uno squarcio nel cuore di Genova. La ferità è profonda, è fatta innanzitutto dallo sconfinato dolore per coloro che hanno perso la vita e per i dispersi, per i loro familiari, i feriti, i molti sfollati». Lo ha detto stamani l’arcivescovo di Genova, card. Angelo Bagnasco, nell’omelia (testo integrale) dei funerali di Stato di 18 delle 41 vittime del crollo del ponte, che ha presieduto nella fiera della città ligure.