Vita Chiesa

Vita Chiesa stampa

«L'Eucaristia è una scuola di benedizione». Lo ha spiegato il Papa, nell'omelia della Messa celebrata ieri a Casal Bertone, sul sagrato della parrocchia di Santa Maria Consolatrice, da cui è poi partita la processione del Corpus Domini, guidata dal cardinale vicario Angelo De Donatis e conclusasi con la benedizione del Santo Padre, nel campo sportivo «Roma 6», adiacente a Casa Serena, struttura di accoglienza per senza fissa dimora dei Missionari della Carità.

«L'Eucaristia è la sintesi di tutta l'esistenza di Gesù, che è stata un unico atto di amore al Padre e ai fratelli». Lo ha ricordato il Papa, che durante l'Angelus di ieri, festa del Corpus Domini, ha citato il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci e l'Ultima Cena, in cui «prese il pane nelle sue mani, elevò al Padre la preghiera benedizione, spezzò il pane e lo diede ai discepoli; e lo stesso fece con il calice del vino».

«A questa scuola di Gesù medico e fratello dei sofferenti siete chiamati voi medici credenti in Lui, membri della sua Chiesa. Chiamati a farvi vicini a coloro che attraversano momenti di prova a causa della malattia». Lo ha detto Papa Francesco ai membri della Federazione internazionale delle associazioni mediche cattoliche (Fiamc), riuniti a Roma per celebrare la Consacrazione della Federazione al Sacro Cuore di Gesù e ricevuti stamani in udienza nel Palazzo apostolico vaticano. 

In molte parrocchie vengono chiamati Grest: una formula che significa «gruppo estivo». Altri la chiamano «Estate ragazzi», «oratorio estivo» o semplicemente «Centro estivo parrocchiale». Una tradizione che si è ormai consolidata anche in Toscana, dove proprio in questi giorni, con la chiusura delle scuole, è iniziata l’attività che riunisce bambini e ragazzi all’ombra del campanile.