Vita Chiesa

Vita Chiesa stampa

Più di un convegno, (appena) meno di un sinodo». La definiscono così a Pescia «Assemblea in cammino», apertasi ufficialmente domenica 17 febbraio con una solenne concelebrazione in cattedrale. Dell'idea si parlava da quasi un anno. Conclusa la Visita pastorale, protrattasi dal 1997 al 2000 e coincisa con la preparazione e la celebrazione del Giubileo, il vescovo Giovanni De Vivo aveva lanciato l'idea nella Lettera pastorale dello scorso anno.
DI MARCO LAPI

Don Athanase Seromba Sumba Bura è attualmente ad Arusha, dove si è costituito volontariamente al Tribunale Penale Internazionale dell'Onu per dimostrare la propria innocenza, la propria estraneità a crimini commessi durante la guerra civile in Rwanda.
Il Rwanda è anche la patria di don Simon, da diversi anni sacerdote nella diocesi di San Miniato.
Sui tragici avvenimenti e sulla decisione di don Seromba riportiamo alcuni pensieri di don Simon, provato, come confratello e come uomo, dalla dura sorte del suo popolo e dei suoi confratelli.

Nei messaggi dei vescovi toscani per la Quaresima si sottolinea l'allontanamento della società di oggi dai valori del Vangelo: «Noi cristiani abbiamo perso Cristo». Ecco cosa scrivono Giovannetti (Fiesole), Antonelli (Firenze), Binini (Massa Carrara-Pontremoli) e Tommasi (Lucca).

Il sacerdote rwandese accusato di genocidio ha lasciato la parrocchia di San Mauro a Signa per sottrarsi all'assedio dei giornalisti ma continua a ribadire la sua innocenza. Ecco una ricostruzione della vicenda.
DI RICCARDO BIGI

Il nuovo vescovo del capoluogo maremmano fa l'ingresso in diocesi domenica 3 febbraio. In questa intervista ci anticipa quali saranno le prime mosse.
DI RICCARDO BIGI

Sono arrivati a Siena da ogni parte della Toscana, per partecipare al convegno regionale di pastorale giovanile che si è svolto domenica 20 gennaio. Momento importante di preghiera e d'incontro, per riflettere insieme sul rapporto tra aggregazioni laicali ed uffici diocesani di pastorale giovanile, per una maggiore collaborazione e per crescere in maniera dinamica nella comunione.
DI CECILIA MORI