Vita Chiesa

Vita Chiesa stampa

Prato ricorda ogni anno l'evento del 4 luglio 1484, quando un'immagine della Badonna aaparve sul muro dell'antico carcere delle Stinche, evento a seguito del quale venne eretta la basilica di Santa Maria delle Carceri. Il 6 luglio Messa del vescovo Franco Agostinelli. Stasera processione mariana.

Oltre 124 milioni, per la precisione 124.057.414 euro per la Chiesa di tutto il mondo. È il totale delle offerte raccolte nel 2017 da Aiuto alla Chiesa che Soffre (Acs) attraverso le sue 23 sedi nazionali e la sede internazionale. È quanto emerge dal Rapporto annuale della Fondazione di diritto pontificio, nata nel 1947 per opera del monaco olandese padre Werenfried van Straaten, per sostenere la Chiesa in tutto il mondo, con particolare attenzione laddove è perseguitata, e presentato oggi a Roma. 

«I cristiani rimarranno nella regione solo se la pace sarà ristabilita»; «non è possibile immaginare un Medio Oriente senza cristiani»; è necessario «proteggere i diritti di ogni persona e di ogni minoranza» e «proseguire il dialogo interreligioso». Su queste quattro «convinzioni» i Capi delle Chiese e delle comunità cristiane del Medio Oriente rifletteranno a Bari, dove il prossimo 7 luglio Papa Francesco li ha convocati per una Giornata di preghiera per la pace.

La «Casa accoglienza Giovanni Piro» per famiglie in difficoltà a Catania, il progetto di «Multiservice solidale» per dare opportunità lavorative, a Pesaro, a giovani e adulti in situazione di vulnerabilità economica, e la «Casa della Misericordia» a Roma realizzata per offrire un sostegno economico a 1.000 famiglie in situazioni di grave povertà. Sono questi i primi tre progetti dei 10 vincitori di «TuttixTutti», il concorso Cei che premia i progetti di utilità sociale delle parrocchie.

«Non siamo chiamati a strategie o a rinnovare l'organizzazione ecclesiastica ma a recuperare il senso ecclesiale della fede, a ritrovare la nostra identità di popolo di Dio». Lo ha detto il vescovo di Arezzo-Cortona-Santo Sepolcro, mons. Riccardo Fontana, celebrando in cattedrale, nei giorni scorsi, la messa con i 470 sinodali riuniti per consegnare nelle mani del presule il frutto del loro lavoro. 

Per avere accesso «al cuore di Gesù, c'è un solo requisito: sentirsi bisognosi di guarigione e affidarsi a Lui». Lo ha detto ieri il Papa all'Angelus in piazza San Pietro. Appello per Nicaragua e Siria. Plauso ad Etiopia ed Eritrea per la ripresa del dialogo di pace. L'invito a pregare per il suo pellegrinaggio ecumenico a Bari.

«Il Sangue di Cristo è fonte di salvezza per il mondo. Dio ha scelto il segno del sangue, perché nessun altro segno è così eloquente per esprimere l’amore supremo della vita donata agli altri. Questa donazione si ripete in ogni celebrazione eucaristica». Lo ha detto Papa Francesco questa mattina durante l’udienza, nell’Aula Paolo VI, con i partecipanti all’incontro promosso dalle Famiglie del Preziosissimo Sangue.