Vita Chiesa

Vita Chiesa stampa

(dall'inviato a Montesilvano) «Accettiamo le sfide», «non ci abitueremo mai alle cose che non funzionano». Per questo «vogliamo fare la nostra parte». Sono i messaggi conclusivi lanciati ieri mattina da Adelaide Iacobelli e Lorenzo Zardi, segretari nazionali del Msac, chiudendo a Montesilvano la VII edizione della Scuola di formazione per studenti promossa dal Movimento studenti di Azione Cattolica.

«Le tre tentazioni indicano tre strade che il mondo sempre propone promettendo grandi successi, tre strade per ingannarci: l'avidità di possesso - avere, avere, avere -, la gloria umana e la strumentalizzazione di Dio. Sono tre strade che ci porteranno alla rovina». Lo ha detto il Papa, che durante l'Angelus di ieri ha commentato l'episodio evangelico delle tre tentazioni di Gesù nel deserto.

Uno scandalo, un paradosso: nella società dell’avere e del consumare, la testimonianza di San Francesco risulta radicalmente inattuale. Come possono, lui e l’Occidente moderno, intendersi? Eppure la sua presenza storica, religiosa e culturale è imponente. L’offerta dell’olio da parte delle regioni italiane (nel 2019 tocca alla Toscana) ribadisce il senso civile della memoria comunitaria nei confronti di colui che ha rinnovato la vita spirituale e devozionale d’Italia. 

«Lo sport può rivelarsi di grande aiuto per la crescita umana di ogni persona perché stimola a dare il meglio di sé, in vista del raggiungimento di una determinata meta; perché educa alla costanza, al sacrificio e alla rinuncia». Lo ha detto Papa Francesco durante l’udienza con i partecipanti al congresso annuale dell’Unione ciclistica europea, oggi, in Vaticano.

«È successo così con la persona con cui abbiamo scelto di condividere la vita nel matrimonio, o quando abbiamo sentito il fascino della vita consacrata: abbiamo vissuto la sorpresa di un incontro e, in quel momento, abbiamo intravisto la promessa di una gioia capace di saziare la nostra vita». Lo scrive Papa Francesco nel messaggio per la 56esima Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, che ricorre il 12 maggio, sul tema: «Il coraggio di rischiare per la promessa di Dio». 

«Tu sei bellezza… Annunciamo con gioia l'amore di Cristo» è il tema del pellegrinaggio nazionale dei giovani Unitalsi che si terrà a Loreto dal 22 al 24 marzo. L'incontro a cui parteciperanno oltre 700 giovani provenienti da tutte le sezioni regionali d'Italia nasce dall'esigenza di dare una nuova energia e freschezza al rapporto tra giovani e Unitalsi.

«Le risposte sono ciò che auspico possa emergere in questa Conferenza: risposte concrete al grido della terra e al grido dei poveri». Lo ha chiesto Papa Francesco incontrando questa mattina i partecipanti alla Conferenza Internazionale «Religions and the Sustainable Development Goals (SDGs): Listening to the cry of the earth and of the poor», promossa dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e dal Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, dal 7 al 9 marzo.