Vita Chiesa
stampa

24 ore per il Signore: diocesi Prato, doppio appuntamento venerdì 9 e sabato 10 marzo

Torna anche a Prato l’appuntamento con «24 ore per il Signore», l’iniziativa fortemente voluta da Papa Francesco che invita a celebrare il sacramento della riconciliazione in un contesto di adorazione eucaristica. 

Chiese aperte per la preghiera e le confessioni (Foto Sir)

L’invito del Santo Padre è questo: ogni diocesi apra una chiesa e la tenga aperta per 24 ore consecutive, dando la possibilità di confessarsi e pregare davanti al Santissimo per prepararsi al meglio in questo tempo di Quaresima. Per il quarto anno consecutivo, da quando è iniziata questa esperienza, la Chiesa di Prato partecipa con un doppio appuntamento. Si comincia venerdì 9 marzo alle 18 con una messa presieduta dal vescovo Franco Agostinelli nel chiesino di San Paolo, uno dei luoghi dell’adorazione perpetua in diocesi assieme alla Sacra Famiglia e alla chiesa di Usella. Al termine ci sarà la disponibilità di accostarsi alla confessione grazie alla presenza di numerosi sacerdoti.

Come avviene quotidianamente da dieci anni il chiesino rimarrà a disposizione dei fedeli per il silenzio e la preghiera lungo tutto l’arco della notte. Il giorno dopo, sabato 10 marzo, nella cappella dell’adorazione eucaristica in Sant’Agostino, a partire dalla messa delle ore 7, adorazione eucaristica e confessioni personali per tutto il giorno, fino alla messa prefestiva in parrocchia delle ore 18,30. «È una occasione propizia per vivere un momento di riflessione personale nel cuore della Quaresima – sottolinea il vicario generale, mons. Nedo Mannucci -. Il tema di questa edizione si ispira al salmo 130: ‘Presso di te è il perdono'».

Fonte: Sir
24 ore per il Signore: diocesi Prato, doppio appuntamento venerdì 9 e sabato 10 marzo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento