Vita Chiesa
stampa

ASSEMBLEA CEI: CARD. RUINI, SÌ ALLA CLEMENZA AI CARCERATI

Anche i vescovi italiani si associano all'appello, rivolto dal Papa al Parlamento italiano, a favore di "un segno di clemenza" verso i detenuti, "mediante una riduzione della pena". "Considerate anche le condizioni di penoso sovraffollamento di molte carceri", ha detto oggi il card. Camillo Ruini, presidente della Cei, aprendo a Collevalenza la 50ª Assemblea dei vescovi italiani, "ci associamo di cuore a questa richiesta e ci atteniamo all'esempio del Papa anche nel non entrare in più specifiche determinazioni circa le possibili modalità di una tale riduzione", senza comunque compromettere "la necessaria tutela della sicurezza dei cittadini".

In materia di immigrazione, il cardinale ha ricordato l'invito del Papa, sempre nel discorso al Parlamento italiano, ad una "forte solidarietà verso i disoccupati, numerosi soprattutto fra i giovani, e verso le tante persone e famiglie, italiane o immigrate, che sono afflitte da povertà antiche e nuove". Sul piano più strettamente politico, Ruini ha espresso la sua soddisfazione per "il numero, grande al di là delle attese, delle domande di regolarizzazione", che "lascia prevedere l'uscita di moltissime persone da situazioni di clandestinità e il loro ingresso nel mondo del lavoro regolare". Da qui l'auspicio che "le fasi ulteriori di questo processo, per vari aspetti complicato, siano attuate con sollecitudine e spirito costruttivo da parte della pubblica amministrazione"; da parte ecclesiale, infine, Ruini ha assicurato che "sarà, come sempre, grande e disinteressata la nostra collaborazione, in vista di una effettiva e serena integrazione degli immigrati".
Sir

ASSEMBLEA CEI: CARD. RUINI, SÌ ALLA CLEMENZA AI CARCERATI
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento