Vita Chiesa
stampa

Firenze, anniversario Piovanelli: card. Betori, «continuare ad essere segno di speranza per il mondo»

«La pace non è la conquista dei forti e dei potenti, ma il dono che viene fatto ai poveri e agli umili». Lo ha affermato ieri pomeriggio l’arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori, nel corso della celebrazione eucaristica che ha presieduto nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore in occasione del primo anniversario della morte del card. Silvano Piovanelli e in memoria di vescovi e arcivescovi di Firenze.

Le esequie del card. Piovanenli, un anno fa in cattedrale a Firenze

Ricordando i suoi predecessori, Betori ha evidenziato che «siamo qui riuniti in una preghiera», ma «ci ritroviamo anche a riflettere sulla nostra Chiesa e il suo cammino nella storia e su come collocarci di fronte al disegno di salvezza che Dio ha per l’umanità, che i pastori fiorentini hanno servito in mezzo al nostro popolo». Commentando la lettura del libro del profeta Zaccaria, il cardinale ha osservato che «la sua missione è un progetto di comunione e di unità, di superamento delle divisioni e di abbattimento delle barriere». «Prospettive – ha commentato – di particolare attualità anche per il nostro tempo su cui pesano conflitti e lacerazioni, emarginazioni ed esclusioni». Per ricordare Piovanelli, l’arcivescovo ha ripreso ciò che aveva detto un anno fa nel giorno delle esequie: «prete povero e umile. Uomo buono, uomo cioè delle beatitudini, fratello e padre».

E poi, dal testamento di Piovanelli: «sono rimasto povero e quindi non ho nulla da lasciare; ho da lasciare soltanto amore». Commentando il vangelo, Betori ha rilevato che «la strada che Gesù mostra è la strada della vera libertà». «Questo – ha aggiunto – i nostri pastori ci hanno testimoniato lungo i secoli» facendo sì che la «Chiesa fiorentina sia rimasta fedele al suo Signore e possa continuare a misurarsi con la sua missione di essere segno di speranza per il mondo». «Sentiamo anche la responsabilità – ha concluso Betori – di mostrarci all’altezza dell’eredità di fedeltà al Vangelo che essi ci hanno lasciato».

Fonte: Sir
Anniversario Piovanelli: Betori, continuare ad essere segno di speranza per il mondo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento