Vita Chiesa
stampa

Attentato a Nizza, domenica alle 18 messa nella basilica in ricordo delle vittime. Prima sarà celebrato il “rito di riparazione”

Dopo le scene di sangue, la morte violenta e lo choc, è tempo di preghiera a Nizza. 

Il sagrato della chiesa di Nizza

Di fronte alla basilica di Notre-Dame-de-l’Assomption, ancora in queste ore semplici cittadini e autorità, fedeli e leader delle altre religioni si recano sul sagrato della chiesa per rendere omaggio alle 3 vittime dell’attentato di giovedì scorso e alla comunità cattolica di Nizza, deponendo fiori e candele.

La diocesi fa sapere che domani, domenica 1° novembre, alle 18 nella basilica di Notre-Dame sarà celebrata la messa per la solennità di Ognissanti, durante la quale verranno ricordate le vittime dell’attentato del 29 ottobre. A presiedere la messa sarà mons. André Marceau, vescovo di Nizza, alla presenza di tutti i sacerdoti di Nizza e dei sacerdoti della parrocchia di Notre-Dame.

Prima però – si legge nel comunicato – sarà celebrata una messa secondo il “rito penitenziale” di riparazione. Il rito – spiega la diocesi – viene fatto “quando un atto gravemente lesivo, come l’omicidio, viene commesso in una chiesa. È pertanto fondamentale per la ripresa delle celebrazioni religiose nell’edificio interessato”.

A causa delle restrizioni relative alle condizioni di nuovo confinamento, solo i parrocchiani di Notre-Dame potranno partecipare alla celebrazione della messa di Ognissanti.

La diocesi fa anche sapere che nessun media, fotografo o giornalista potrà entrare nella basilica, ad eccezione del canale televisivo Kto, che fornirà la diretta.

Fonte: Sir
Attentato a Nizza, domenica alle 18 messa nella basilica in ricordo delle vittime. Prima sarà celebrato il “rito di riparazione”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento