Vita Chiesa
stampa

BENEDETTO XVI: IL PRIMATO DI CRISTO NELLA STORIA, FONTE DI RICONCILIAZIONE, UNITA' E PACE

“La consistenza e la crescita dell'umanità hanno in Cristo la radice, il perno vitale, il principio”. A ribadirlo è stato oggi il Papa, che durante l'udienza generale in piazza San Pietro è tornato sul tema del “primato” di Gesù nel creato e nella storia. Commentando il cantico che apre la lettera di San Paolo ai Colossesi (Col 1,3.12-20), Benedetto XVI ha sottolineato (aggiungendo a braccio alcune espressioni rispetto al testo scritto) che il “primo imperativo” del brano consiste nell'invitare i fedeli a “modellare continuamente il nostro essere, la nostra vita, la nostra immagine su quella del Figlio di Dio, entrando nei suoi sentimenti, nella sua volontà, nel suo pensiero”. Cristo è infatti “sia il principio di coesione, sia il mediatore, sia la destinazione finale verso cui converge tutto il creato”, nonché Signore della “storia”, in quanto “capo del corpo, cioè della Chiesa”. Gesù, ha spiegato infatti il Santo Padre, “è entrato nella comunità umana, per reggerla e comporla n un ‘corpo', cioè in una unità armoniosa e feconda”. Una “pienezza”, questa, che “si irradia sia nell'universo sia nell'umanità, divenendo sorgente di pace, di unità, di armonia perfetta”. “Riconciliazione, unità, armonia e pace” sono dunque i frutti della “riconciliazione” e “rappacificazione” operata da Cristo, che – ha commentato il Papa - “versando il suo sangue e donando se stesso, ha effuso la pace”, nel linguaggio biblico “sintesi dei beni messianici e pienezza salvifica estesa a tutta la realtà creata”. Salutando i pellegrini italiani, Benedetto XVI ha inviato infine augurato ai fedeli di “lasciarsi sempre illuminare da Cristo, per rendere testimonianza della sua presenza salvifica in ogni ambiente”.
Sir

BENEDETTO XVI: IL PRIMATO DI CRISTO NELLA STORIA, FONTE DI RICONCILIAZIONE, UNITA' E PACE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento