Vita Chiesa
stampa

BENEDETTO XVI: L'ABBRACCIO IERI DEL PAPA AI 15 MILA SACERDOTI DI TUTTO IL MONDO

Parole chiave: benedetto xvi (2612), anno sacerdotale (28), sacerdoti (125)

Un abbraccio ai sacerdoti di tutto il mondo con la gratitudine per quello che fanno e per il sì per sempre dato a Dio in un tempo in cui il celibato è visto come un “grande scandalo”. Si è presentato così papa Benedetto XVI ieri sera in piazza San Pietro , unendosi alla veglia di preghiera per la chiusura dell'anno sacerdotale alla quale hanno partecipato 15 mila preti. Il Papa ha fatto un lungo giro sulla piazza, poi raggiungendo il sagrato della basilica, ha preferito non rivolgere ai sacerdoti presenti un discorso preparato, ma rispondere ad alcune domande a braccio. “So – ha detto – che ci sono tanti parroci nel mondo che danno tutte le loro energie per servire il Signore e le proprie comunità. A tutti loro vorrei dire un grande grazie in questo momento”. Il Papa ha anche parlato del valore del celibato, rispondendo ad un sacerdote che si è detto “frastornato” dalle “critiche a questo dono”. “Per il mondo in cui Dio non entra – ha detto il Papa – il celibato è un grande scandalo” e per questo “si ritiene che dovrebbe scomparire. Può sorprendere questa critica in un'epoca in cui è sempre più di moda non sposarsi, ma il celibato dei sacerdoti è una cosa completamente diversa, non un vivere per se stessi e non accettare alcun vincolo definitivo, ma proprio il contrario”.
E' infatti – ha spiegato – “un sì definitivo, un farsi prendere da Dio” E' lo stesso “sì definitivo del matrimonio”, forma naturale della unione tra un uomo e una donna, e quindi un “fondamento della cultura cristiana del mondo. Se scompare – ha ammonito il Papa – scompare la radice della nostra cultura”. Benedetto XVI ha poi sottolineato come sia proprio “il grande scandalo” del celibato a confermarne tutta la sua validità. E' - ha concluso - un “sì” definitivo e come il matrimonio, esige “fedeltà”. Il Papa ha anche parlato di teologia accademica mettendo in guardia dai rischi di una teologia “solo apparentemente scientifica”, ispirata alla “arroganza della ragione” che “oscura la presenza di Dio nel mondo”. “La buona teologia – ha detto Benedetto XVI - è quella che “vuol conoscere di più per amore dell'amato” e che “viene da Dio maestro”. (Sir)

BENEDETTO XVI: L'ABBRACCIO IERI DEL PAPA AI 15 MILA SACERDOTI DI TUTTO IL MONDO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento