Vita Chiesa
stampa

BENEDETTO XVI: LA PRECARIETÀ DEL LAVORO METTE A RISCHIO LA SOCIETÀ

Parole chiave: benedetto xvi (2612), lavoro (615), economia (250)

(ASCA) - Benedetto XVI, ricevendo in udienza circa 8.000 pellegrini della diocesi di Terni, ha denunciato la precarietà del lavoro e la disoccupazione “che rendono difficili e precarie” le condizioni della società e del bene comune auspicando che possa esser assicurata un'occupazione “sicura, dignitosa e stabile”. “É importante tenere sempre presente che il lavoro è uno degli elementi fondamentali sia della persona umana, che della società. Le difficili o precarie condizioni del lavoro rendono difficili e precarie le condizioni della società stessa, le condizioni di un vivere ordinato secondo le esigenze del bene comune”, ha detto Benedetto XVI.
“Terni è segnata dalla presenza di una delle più grandi fabbriche dell'acciaio, che ha contribuito alla crescita di una significativa realtà operaia. Un cammino segnato da luci, ma anche da momenti difficili, come quello che stiamo vivendo oggi. La crisi dell'assetto industriale sta mettendo a dura prova la vita della Città, che deve ripensare il suo futuro. In tutto questo viene coinvolta anche la vostra vita di lavoratori e quella delle vostre famiglie. Nelle parole del vostro Vescovo ho sentito l'eco delle preoccupazioni che portate nel cuore”, ha aggiunto il Papa.
Successivamente Benedetto XVI ha affrontato il tema della precarietà del lavoro, soprattutto quella che riguarda il mondo giovanile. “É un aspetto che non manca di creare angoscia in tante famiglie”, ha sottolineato auspicando che, nella logica della gratuità e della solidarietà, si possano superare i momenti più difficili affinché “sia assicurato un lavoro sicuro, dignitoso e stabile”. Infine Ratzinger ha ricordato “il grave problema della sicurezza sul lavoro”. “Occorre mettere in campo ogni sforzo perché la catena delle morti e degli incidenti venga spezzata”, ha concluso.

BENEDETTO XVI: LA PRECARIETÀ DEL LAVORO METTE A RISCHIO LA SOCIETÀ
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento