Vita Chiesa
stampa

BILANCIO SANTA SEDE, 'SALDO NEGATIVO' PER RADIO VATICANA; IN CRESCITA OBOLO DI SAN PIETRO

23,5 milioni di euro di perdita: a tanto ammonta il “saldo negativo”, per il 2005, di Radio Vaticana, cui si affianca il risultato negativo per “L'Osservatore Romano”, pari a 4,6 milioni di euro. E' la fotografia delle “aziende mediatiche” della Santa Sede, così come risulta dal bilancio consuntivo consolidato per il 2005. Ad invertire la tendenza, ha reso noto il card. Sergio Sebastiani, presidente ella Prefettura per gli Affari Economici della Santa Sede, presentando il bilancio ai giornalisti, la Tipografia Vaticana, che ha chiuso il bilancio con un avanzo di 653 mila euro, come pure il Centro Televisivo Vaticano (650 mila euro, contro i 235 mila del 2004).

Anche la Libreria Editrice Vaticana chiude il consuntivo 2005 con un avanzo di 934 mila euro e con una crescita dell'attività per circa 3,8 (da 8,3 a 12,1 milioni di euro), dovuti in gran parte ai proventi dei “diritti d'autore” di tutti i documenti pontifici.

Riguardo alla crisi economica della “radio del Papa”, Sebastiani ha informato che l'emittente “sta attuando un piano di riduzione graduale del personale, compatibile con la sua attività istituzionale”, che si traduce in “una riduzione di organico sull'arco di 10 anni”, cominciata nel 2003 e che dovrebbe concludersi nel 2013.

La “riduzione” prevista a Radio Vaticana è d 60 unità, con cui si passerà da 395 a 335: al momento, ha reso noto il cardinale, “sono già state risparmiate stabilmente 20 unità”, una riduzione resa possibile “dalle nuove tecnologie digitali di produzione e trasmissione, che permettono un risparmio di personale tecnico”. “Nessun licenziamento o prepensionamento”, ha precisato a riguardo padre Federico Lombardi, nuovo direttore della sala stampa della Santa Sede, che rispondendo alle domande dei giornalisti nella sua prima conferenza stampa in tale nuovo incarico ha assicurato che a Radio Vaticana non ci sarà “nessun tipo di intervento negativo per il personale”.

“Sappiamo bene – ha spiegato – le persone che vanno in pensione o ci andranno nei prossimi anni per raggiunti limiti di età. Ci limitiamo a non procedere alla loro sostituzione, solo nei settori in cui possono essere ‘risparmiati', soprattutto grazie alla buona gestione delle nuove tecnologie”.

Anche il bilancio del Governatorato della Città del Vaticano si è chiuso in attivo per il 2005. A dichiararlo ai giornalisti è stato mons. Franco Croci, segretario della Prefettura degli Affari economici della Santa Sede, che ha reso noto come una parte “notevole” delle finanze vaticane sono state impiegati per interventi di “consolidamento e restauro” del patrimonio della Santa Sede e, anche per il 2005, per colmare metà del deficit di Radio Vaticana, per una cifra pari a 11.8 milioni di euro. Tra i vescovi, le Conferenze episcopali, le diocesi, gli istituti religiosi, i fedeli e gli enti vari sollecitati dal canone 1271 del Codice di diritto canonico a “venire incontro liberamente alle necessità della santa Sede”, in testa figurano anche quest'anno gli Sati Uniti, da cui provengono il 33,29% delle offerte dei cattolici sparsi nel mondo, seguiti subito dopo da Italia, Germania, Francia, Spagna, Irlanda, Canada, Corea, Russia e Austria: il totale delle offerte per il 2005 è stato di 26.846.591,71 euro. Gli Usa sono in cima alla classifica dei paesi donatori anche per quanto riguarda l'Obolo di S. Pietro, destinato personalmente al Santo Padre: nel 2005, gli americani hanno elargito al Papa 20 milioni di dollari, pari al 41,29% delle offerte complessive mondiali; subito dopo, in questa speciale classifica, figura l'Italia seguita dalla Germania. Nel 2005 i proventi dell'Obolo di S. Pietro sono stati di 59.441.654,64 dollari Usa, con un incremento del 14,95%.
Sir

BILANCIO SANTA SEDE, 'SALDO NEGATIVO' PER RADIO VATICANA; IN CRESCITA OBOLO DI SAN PIETRO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento