Vita Chiesa
stampa

Edizione on line

DOCUMENTI: i circoli minori

Il 13 e 14 ottobre si sono tenuti i lavori dei gruppi linguistici per la preparazione e approvazione dei testi pa presentare nei Circoli Minori. Riportiamo di seguito gli estratti di alcuni interventi:

VESCOVO IAN MURRAY, DI ARGYLL AND THE ISLES (GRAN BRETAGNA) (SCOZIA). "(...) La liturgia è uno strumento chiave di evangelizzazione e deve essere celebrata in una lingua che introduca i fedeli al cuore del Mistero della fede. I testi devono trascendere i capricci delle mode linguistiche. Le lingue locali presentano difficoltà particolari, come accade nella mia diocesi con il gaelico scozzese. In situazioni come questa si dovrebbe conferire alle Conferenze Episcopali locali l'autorità di mettere a punto e approvare questi testi liturgici. I cappellani, grazie alla conoscenza linguistica dei paesi europei, devono essere in grado di accogliere gli immigrati e servirli possibilmente nelle diverse lingue".

ARCIVESCOVO LIBORIUS NDUMBUKUTI NASHENDA, O.M.I., DI WINDHOEK (NAMIBIA). "(...) La teologia dell'Eucaristia tocca quasi ogni settore fondamentale della teologia. Dal Concilio Vaticano II in poi, sono stati affrontati tutti i temi principali. Perciò, ogni documento che venga direttamente dal Sinodo dei Vescovi deve fornire una trattazione equilibrata, intertestuale del tema. Sarebbe un errore produrre un documento che affronti solo alcuni dei temi in questione per correggere determinati abusi di cui ci si è resi conto. Piuttosto, esso dovrebbe suggerire risposte pastorali alle necessità di quelle persone della terra che sono private del dono dell'Eucaristia (per esempio, divorziati che ricevono la Santa Comunione, per citare solo una di queste situazioni). Dovremmo evitare, a ogni costo, di produrre un documento disciplinare, o che dia la sensazione di concentrarsi su rubriche prive di un forte fondamento teologico. (...) Noi tutti Padri Sinodali dovremmo avere la consapevolezza che il documento che stiamo preparando deve costituire una parte della trilogia sull'Eucaristia, di recente elaborazione. Innanzitutto, la Lettera del nostro compianto Santo Padre 'Mane nobiscum Domine'; quindi, la riflessione pubblicata dalla Congregazione per il Culto Divino; ed ora, il Documento Sinodale".

ARCIVESCOVO FELIX ALABA ADEOSIN JOB, DI IBADAN (NIGERIA). "Desidero parlare a questa Assemblea della cura pastorale degli immigrati. (...) L''Instrumentum laboris' ci ricorda che l'Eucaristia riunisce i fedeli e fa di loro una comunità, a prescindere dalle differenze di razza, di lingua, di nazione e di cultura. (...) La migrazione non si limita ai soli fedeli laici. Abbiamo sacerdoti e religiosi mandati a studiare o ad acquisire l'esperienza necessaria per lo sviluppo delle loro congregazioni o delle loro diocesi. (...) Se il sacerdote immigrante deve celebrare il Santo Sacrificio con dignità, devozione e riverenza, è necessario che sia riconosciuto, che gli venga garantito un mezzo di sussistenza dignitoso e che sia rassicurato sulla sua appartenenza. (...) La cura delle immigranti religiose è più complessa e merita una maggiore attenzione. La vita consacrata è una testimonianza di Cristo nella Chiesa e la loro presenza è una benedizione per la Chiesa locale. Tuttavia, esse non devono risiedere in una Chiesa locale senza l'autorizzazione scritta dell'Ordinario locale. In questi tempi, la diminuzione del numero di religiosi nell'antica Chiesa e il desiderio di sopravvivenza e di continuità hanno portato a reclutare in modo indiscriminato le giovani donne nei territori di missione. Queste giovani vengono sradicate dalla loro cultura e dalla loro tradizione e trapiantate in Europa e in America, dove spesso sono sopraffatte dal clima, dalla cultura e dalle usanze e vengono espulse dalle istituzioni. Inevitabilmente, molte di loro cadono vittima delle persone e delle situazioni. La loro situazione come corpo spezzato di Cristo deve essere considerata con compassione e amore. Esse sono parte del Corpo di Cristo, la Chiesa".

DOCUMENTI: i circoli minori
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento