Vita Chiesa
stampa

Enzo Bianchi in Toscana: un decreto prevede che si trasferisca alla pieve di Cellole

Enzo Bianchi potrebbe arrivare in Toscana nei prossimi giorni: un decreto prevede che lasci il monastero di Bose per trasferirsi alla pieve di Cellole "entro e non oltre martedì 16 febbraio"

Percorsi: Vita Chiesa
Enzo Bianchi

La comunità monastica di Bose è invitata a «cedere in comodato d’uso gratuito il complesso di immobili di Cellole a Fr. Enzo Bianchi, che vi si trasferirà entro e non oltre martedì 16 febbraio, avendo già dato il suo assenso al riguardo, assieme ad alcuni fratelli e sorelle che hanno manifestato la propria disponibilità ad andare con lui e si troveranno nella condizione di membri della Comunità Monastica di Bose extra domum».
È questa la decisione annunciata da padre Amedeo Cencini, delegato pontificio incaricato dalla Santa Sede di sciogliere l’intricata situazione che si era creata nella comunità. L’arrivo di Enzo Bianchi a Cellole di San Gimignano dovrebbe chiudere la vicenda aperta nel maggio scorso, quando un decreto firmato dal cardinale Parolin, Segretario di Stato, e approvato da papa Francesco, disponeva che Fr. Enzo Bianchi si ritirasse dalla comunità monastica di Bose e si trasferisse «per un tempo indeterminato» in altro luogo.
La scelta di Cellole, spiega padre Cencini, è avvenuta con il benestare del cardinale Parolin, «sentito il priore di Bose, fr. Luciano Manicardi, che ha raccolto anche il parere del Discretorio della Comunità» e dopo aver consultato il vescovo di Volterra Alberto Silvani, nella cui diocesi si trova la pieve di Cellole.
Il comunicato spiega anche che la «Fraternità monastica di Bose a Cellole» è da considerarsi chiusa, e che Enzo Bianchi e le persone che risiederanno con lui non avranno legami con la comunità di Bose, e non potranno quindi utilizzare nessuna dicitura che rimandi a Bose nella cartellonistica, nei siti internet e simili. «Si è ritenuto doveroso dare questa pubblica comunicazione - conclude la nota inviata da padre Cencini - per rendere noto il mutato status della già “Fraternità monastica di Bose a Cellole”, al fine di evitare qualsiasi confusione e ambiguità in merito».

Fonte: Comunicato stampa
Enzo Bianchi in Toscana: un decreto prevede che si trasferisca alla pieve di Cellole
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento