Vita Chiesa
stampa

FOCOLARI: IN TAILANDIA IV SIMPOSIO INTERNAZIONALE CRISTIANO-BUDDISTA

Parole chiave: focolari (48), dialogo interreligioso (276), buddismo (5)

Collasso dei valori, crisi finanziaria e disparità economiche, il dolore nel mondo contemporaneo. “Sono sfide che investono Oriente e Occidente, a cui cristiani e buddisti si sono sentiti interpellati a dare una risposta, alla luce della compassione buddista e dell'amore cristiano”. Se ne è parlato al IV Simposio internazionale buddista-cristiano che si è svolto dal 1 al 5 febbraio nell'Aula sacra del Vipassana Meditation Center di Chomthong, (Chiang Mai), nel nord della Thailandia. Il simposio – di cui dà notizia oggi il Movimento dei Focolari – è stato organizzato dall'università buddhista Mahachulalongkorn Rajavidyalaya di Chiang Mai, in collaborazione con l'Associazione giapponese Rissho Kosei-kai e i Focolari. Giunto alla IV edizione, il simposio è stato caratterizzato quest'anno da una partecipazione raddoppiata rispetto agli incontri precedenti: circa 200 i presenti. E così il numero di Paesi di provenienza, venti, tra cui Giappone, Taiwan, Corea, Filippine, Sri Lanka, India, Inghilterra e Italia. Ai lavori hanno partecipato anche il nunzio apostolico in Thailandia e l'arcivescovo di Bangkok. Erano rappresentate le diverse tendenze presenti nel buddismo, in particolare quello Mahayana e quello Theravada. Si sono alternati esponenti del buddhismo e del cristianesimo, che hanno presentato “le risposte alle sfide attuali, alla luce della compassione buddhista e dell'amore cristiano”.
“Sono stati innanzitutto il clima - dice Roberto Catalano, del Centro del dialogo interreligioso dei Focolari – a caratterizzare il simposio, impegnando ogni partecipante ad una sincera ricerca di ciò che unisce, senza ombra di proselitismo, per contribuire a crescere verso la fratellanza universale”. Il 5 febbraio, la presidente del ovimento dei Focolari, Maria Voce ha incontrato circa 100 giovani monaci buddhisti all'Università Mahachulalongkorn Rajavidyalaya, la più importante di Chiang Mai. Roberto Catalano spiega così il segreto che rende “possibili e continuativi i legami di fraternità tra cristiani e buddhisti: La luce è fondamentale in Oriente. Il Buddha è l'Illuminato, colui che ha visto la vera natura delle cose e dell'uomo. Chiara Lubich ha spesso paragonato proprio ad una luce il carisma di unità che ha ricevuto e profuso a piene mani, senza distinzione alcuna. Un luce alimentata dall'amore scambievole, cuore del Vangelo”. Da ieri (fino al 12 febbraio) si sta svolgendo a Sampran il convegno dei vescovi dell'Estremo Oriente, amici dei Focolari sul tema “Comunicare Dio Amore. La nuova evangelizzazione oggi”. Vi partecipano trenta presuli provenienti, oltre che dalla Thailandia, anche da India, Hong Kong, Corea, Filippine e Pakistan. Tra i partecipanti il neo-vescovo di Islamabad e Rawalpindi, il nunzio in Thailandia, Salvatore Pennacchio, e l'arcivescovo di Bangkok, Francis Xavier Kriengsak.
Sir

FOCOLARI: IN TAILANDIA IV SIMPOSIO INTERNAZIONALE CRISTIANO-BUDDISTA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento