Vita Chiesa
stampa

Facoltà teologica, il vescovo di Prato si congratula con mons. Petrà: «Un onore per noi»

Il Vescovo di Prato mons. Franco Agostinelli è davvero «orgoglioso» per l’importante servizio a cui è stato chiamato uno dei suoi più conosciuti sacerdoti: mons. Basilio Petrà, nominato preside della Facoltà teologica dell'Italia Centrale.

Mons. Basilio Petrà

«Esprimo a mons. Basilio Petrà – anche a nome del clero diocesano e di tutta la comunità ecclesiale pratese – le più vive congratulazioni insieme alla gioia sincera per il prestigioso incarico di Preside della Facoltà teologica dell’Italia Centrale».

Il Vescovo di Prato mons. Franco Agostinelli è davvero «orgoglioso» per l’importante servizio a cui è stato chiamato uno dei suoi più conosciuti sacerdoti. Proprio ieri il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze e Gran cancelliere della Facoltà, ha reso pubblica la nomina di Petrà alla guida dell’importante istituzione di studi che ha sede nel capoluogo toscano.

Stamattina il Vescovo di Prato ha comunicato la notizia durante l’assemblea del clero pratese tenutasi nel Seminario vescovile: i sacerdoti hanno tributato un lungo applauso al loro confratello.

«È un onore per tutta la nostra comunità. Il servizio, importante e delicato a cui don Basilio è stato chiamato, riconosce i suoi grandi meriti scientifici: Petrà è da tempo uno dei teologi più importanti non solo in Italia, particolarmente nel campo morale, matrimoniale e negli studi ecumenici».

Basilio Petrà, nato ad Arezzo nel 1946 da genitori greci, è presbitero cattolico della diocesi di Prato.    Qui tutta la sua famiglia vive ormai da decenni. Laureato in filosofia (Università di Firenze, 1971), Petrà è dottore in teologia morale (Accademia Alfonsiana, Roma, 1981); ha trascorso un anno di studi (1976/1977) presso la Holy Cross School of (Greek Orthodox) Theology (Brookline, Boston, USA) con scholarship della allora Greek Orthodox Archdiocese of North and South America, ed un semestre (1977-1978) presso la Facoltà di teologia dell'Università di Tessalonica (Grecia); è professore stabile ordinario di teologia morale fondamentale e di morale familiare presso la Facoltà Teologica dell'Italia Centrale con sede a Firenze, ove insegna dal 1981; dal 1979 è pure docente invitato di teologia morale patristica greca presso l'Accademia Alfonsiana (Roma); dal 1992 tiene corsi di morale ortodossa presso il Pontificio Istituto Orientale (Roma) ove è attualmente professore invitato associato; dal 1994 al 2007 è stato consultore della Pontificia Congregazione per le Chiese Orientali Cattoliche. Dal 2001 è professore invitato presso l'Istituto Ecumenico San Nicola di Bari; dal 2003 è membro del Board of Governors dell'Intams (International Academy for Marital Spirituality-Bruxelles); professore invitato presso l'Università Urbaniana dal 2004-2005; eletto dal 2014 presidente dell'ATISM, associazione dei teologi moralisti italiani. All’attivo ha numerose pubblicazioni sul matrimonio e l’ecumenismo. Tra le altre cose, mons. Petrà è uno dei maggiori esperti della storia e della tradizione della Sacra Cintola mariana, la reliquia simbolo civile ed ecclesiale di Prato.

La Facoltà teologica, che ha sede ha Firenze in Oltrarno, rilascia titoli universitari riconosciuti anche dallo Stato italiano.

Fonte: Comunicato stampa
Facoltà teologica, il vescovo di Prato si congratula con mons. Petrà: «Un onore per noi»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento