Vita Chiesa
stampa

Festival delle religioni: p. Bernardo, «le nostre città siano sempre più alla Gerusalemme celeste»

Al Festival delle Religioni, in corso a Firenze, l'intervento dell'abate Bernardo Gianni che ha così concluso le celebrazioni per il millenario dell'abbazia di San Miniato al Monte.

Percorsi: Firenze - Religioni
Padre Bernardo Gianni nel suo intervento al FdR

«La celebrazione del Millenario dell’Abbazia di San Miniato, che si conclude con questa giornata, vuole mostrare la forza rinnovatrice del Vangelo con la persuasione della bellezza e della potenza dell’amore, per invitare tutti ad un continuo rinnovamento etico e spirituale». Così si è espresso padre Bernardo Gianni, abate di San Miniato al Monte, intervenendo all’incontro «Il tempo della fede nella società di oggi», uno degli appuntamenti del Festival delle Religioni in corso all’Abbazia di San Miniato al Monte, a Firenze. Quattro giorni di dibattito per parlare di religione e degli influssi che essa ha nella società, coinvolgendo atei e credenti, laici e religiosi.

«San Miniato – ha proseguito padre Gianni – vuole infatti essere un luogo, uno strumento di dialogo fra culture e tradizioni religiose diverse. Un desiderio, che ha anche motivato la scelta di accogliere il Festival delle religioni, che si propone appunto di creare uno spazio di incontro per una comune costruzione della città terrena, proseguendo così il cammino ecumenico a beneficio di tutta la Chiesa». L’abate ha quindi concluso: «L’augurio è che anche grazie a momenti come questi, di riscoperta della fede, le nostre città siano sempre più simili a quella Gerusalemme celeste, che la bellezza di San Miniato incarna su Firenze, in modo intenso e straordinario».

Festival delle religioni: p. Bernardo, «le nostre città siano sempre più alla Gerusalemme celeste»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento