Vita Chiesa
stampa

GMG: NESSUNA RINUNCIA DAI GIOVANI ITALIANI DOPO GLI ATTENTATI A LONDRA E IN EGITTO

I recenti attentati a Londra e a Sharm el Sheik, in Egitto, non impediranno ai giovani italiani di recarsi a Colonia per la XX Giornata mondiale della Gioventù che si aprirà fra 22 giorni (16-21 agosto). Nessuna rinuncia, per ora, è giunta, infatti, al Servizio nazionale per la pastorale giovanile (Snpg) che ha curato la gran parte delle iscrizioni del contingente italiano che sarà composto da oltre centomila persone. "Andare a Colonia – dichiara al Sir don Paolo Giulietti, responsabile del Snpg - è un gesto di speranza e di affermazione di valori di pace e di superamento di barriere. La partecipazione dei giovani è una risposta forte al terrorismo: non abbiamo paura, crediamo nella speranza e nella pace". A riprova di questo impegno don Giulietti ricorda quando "nel 2003, nell'imminenza di una visita in Terra Santa, il conflitto israelo-palestinese si intensificò a tal punto che telefonammo, uno ad uno, ai giovani iscritti al viaggio per chiedere loro se intendevano partire o rinunciare. Tutti confermarono la loro presenza e fu una grande testimonianza di coraggio e di fede".

Sulla minaccia del terrorismo è tornato anche ieri Benedetto XVI, che riferendosi alla Gmg di Colonia ha espresso l'augurio che i giovani siano "fermento di un rinnovato umanesimo nel quale fede e ragione cooperino in fecondo dialogo alla promozione dell'uomo e all'edificazione dell'autentica pace".
Sir

Il programma della Gmg

GMG: NESSUNA RINUNCIA DAI GIOVANI ITALIANI DOPO GLI ATTENTATI A LONDRA E IN EGITTO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento