Vita Chiesa
stampa

MONS. FONTANA, LASCIO A SPOLETO UN PEZZO D'ANIMA

Parole chiave: riccardo fontana (45), diocesi di arezzo (82)

“Ti saluto, Umbria di popolo, che ho amato e servito con tutto il cuore, fino allo stremo delle forze!”. Questo il saluto che ieri mons. Riccardo Fontana ha rivolto all'arcidiocesi di Spoleto-Norcia, all'Umbria, a questa terra dei Santi Benedetto e Francesco che ha servito per tredici anni e che ora lascia per guidare la Chiesa di Arezzo-Cortona-Sansepolcro. La giornata di ieri, festa della dedicazione della chiesa cattedrale, è iniziata al teatro Caio Melisso, dove le autorità regionali e locali hanno salutato mons. Fontana in un consiglio comunale aperto. Terminato il momento in teatro, ha avuto inizio la solenne concelebrazione eucaristica in cattedrale. Con mons. Fontana c'era il vescovo di Porto-S.Rufina, mons. Gino Reali, e quello emerito di Gubbio, mons. Pietro Bottaccioli, che rappresentava l'episcopato umbro. Tantissimi sacerdoti, più di mille fedeli provenienti da ogni angolo della diocesi sono saliti in duomo per salutare il loro arcivescovo. Nella sua omelia mons. Fontana ha ammesso: “Qua lascio un pezzo d'anima, con il sapore dolce di una storia bella. La terra che dette i natali a Benedetto da Norcia e a Francesco d'Assisi, nel recupero di uno stile di vita che è la Regula Monachorum e nella ricerca della libertà interiore del Poverello e della poesia della vita, è una proposta affascinante”.

MONS. FONTANA, LASCIO A SPOLETO UN PEZZO D'ANIMA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento