Vita Chiesa
stampa

Padre Dall'Oglio: Gisotti, «continuiamo a pregare perché sia vivo». «Vicinanza» del Papa ai familiari

Commentando la notizia secondo cui padre Paolo Dall'Oglio,il gesuita sequestrato il 29 luglio 2013 a Dacca, sarebbe ancora nelle mani dell'Isis, il direttore ad interim della Sala Stampa vaticana ha ricordato che il Papa ha incontrato nei giorni scorsi i familiari e che si continua ancora a pregare perché il gesuita sia vivo.

Paolo Dall'Oglio

«Continuiamo a pregare perché padre Paolo Dall'Oglio sia vivo». Lo ha detto il direttore «ad interim» della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti, rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso della conferenza stampa di presentazione della Giornata mondiale contro la tratta - che si celebra domani - sulla notizia secondo cui padre Paolo Dall'Oglio, il gesuita sequestrato il 29 luglio 2013 a Dacca, si trovi ancora nelle mani dell'Isis. Gisotti ha citato, in particolare, «la vicinanza del Santo Padre ai familiari e alla famiglia»: pochi giorni fa, infatti, a Santa Marta il Papa «ha incontrato i familiari», ha ricordato il direttore menzionando «la gioia e l'emozione di una delle sorelle» e «la presenza anche della madre novantenne, commossa e grata per l'incontro» con Francesco. «Ci associamo alle parole di speranza espresse dal nunzio apostolico in Siria, con cui ho parlato poco prima di essere qui con voi», ha dichiarato infine Gisotti.

Fonte: Sir
Padre Dall'Oglio: Gisotti, «continuiamo a pregare perché sia vivo». «Vicinanza» del Papa ai familiari
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento