Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco: Angelus, dal Myanmar arriva grido di dolore

“Mi unisco all’appello dei Vescovi di quell’amata terra: non dimentichiamo la popolazione”. Poi invita a non dimenticare l’Ucraina

Papa Francesco: Angelus, dal Myanmar arriva grido di dolore

"Giunge ancora dal Myanmar il grido di dolore di tante persone a cui manca l’assistenza umanitaria di base e che sono costrette a lasciare le loro case perché bruciate e per sfuggire alla violenza. Mi unisco all’appello dei Vescovi di quell’amata terra, perché la Comunità internazionale non si dimentichi della popolazione birmana, perché la dignità umana e il diritto alla vita siano rispettati, come pure i luoghi di culto, gli ospedali e le scuole. E benedico la comunità Birmana in Italia, oggi qui rappresentata". Lo ha detto Papa Francesco subito dopo la recita dell'Angelus oggi in piazza San Pietro. 

Poi parlando ancora ai fedeli ha ricordato ancora una volta quanto sta avvenendo in Ucraina: "E non dimentichiamo il martoriato popolo ucraino in questo momento, popolo che sta soffrendo. Io vorrei che rimanga in tutti voi una domanda: cosa faccio io oggi per il popolo ucraino? Prego? Mi do da fare? Cerco di capire? Cosa faccio io oggi per il popolo ucraino? Ognuno risponda nel proprio cuore".

Fonte: Tog
Comunicato stampa
Papa Francesco: Angelus, dal Myanmar arriva grido di dolore
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento