Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco: Angelus, «non è un buon discepolo quello che si pavoneggia»

“Non è un buon discepolo quello che si pavoneggia”. A ribadirlo è stato il Papa, durante l’Angelus di ieri, subito dopo aver battezzato 32 neonati

Percorsi: Papa Francesco

“Quanti – è triste dirlo – quanti discepoli del Signore si pavoneggiano di essere discepoli del Signore”, ha denunciato Francesco, spiegando che, al contrario, “il buon discepolo è quello umile, mite, quello che fa il bene senza farsi vedere”.

“Nell’azione missionaria – ha precisato il Papa – la comunità cristiana è chiamata ad andare incontro agli altri sempre proponendo e non imponendo, dando testimonianza, condividendo la vita concreta della gente”. “Nella festa del Battesimo di Gesù riscopriamo il nostro battesimo”, l’invito: “Nel Battesimo è venuto lo Spirito Santo per rimanere in noi. Per questo è importante sapere qual è la data del mio Battesimo”.

“Noi sappiamo qual è la data della nostra nascita, ma non sempre sappiamo qual è la data del nostro battesimo”, ha ripetuto il Papa tornando su un tema a lui caro: “Sicuramente qualcuno di voi non lo sa… Un compito da fare a casa. Quando tornerete domandate: quando sono stata battezzata? Quando sono stato battezzato? E festeggiare nel cuore la data del battesimo ogni anno. Fatelo. È anche un dovere di giustizia verso il Signore che è stato tanto buono con noi”.

Fonte: Sir
Papa Francesco: Angelus, «non è un buon discepolo quello che si pavoneggia»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento