Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco, Messa: «Vita del cristiano non è status sociale»

«Bisogna obbedire a Dio invece che agli uomini». Questa la risposta di Pietro portato assieme agli apostoli davanti al sinedrio dopo essere stati liberati dal carcere da un angelo. A citarla è stato il Papa, nell’omelia della Messa celebrata oggi a Santa Marta.

Papa Francesco a Santa Marta (Foto Sir)

«Il cristiano – ha spiegato Francesco – è un testimone di obbedienza e se noi non siamo su questa strada di crescere nella testimonianza dell’obbedienza non siamo cristiani. Almeno camminare su questa strada: testimone di obbedienza. Come Gesù. Non è testimone di un’idea, di una filosofia, di una ditta, di una banca, di un potere: è testimone di obbedienza. Come Gesù». Ma diventare «testimone di obbedienza» è «una grazia dello Spirito Santo», ha spiegato il Papa: «Soltanto lo Spirito può farci testimoni di obbedienza. ‘No, io vado da quel maestro spirituale, io leggo questo libro…’. Tutto sta bene ma soltanto lo Spirito può cambiarci il cuore e può farci a tutti testimoni di obbedienza. È un’opera dello Spirito e dobbiamo chiederlo, è una grazia da chiedere: ‘Padre, Signore Gesù, inviatemi il vostro Spirito perché io divenga un testimone di obbedienza’, cioè un cristiano».

«Le conseguenze del testimone di obbedienza sono le persecuzioni», ha fatto notare il Papa: «Quando Gesù elenca le Beatitudini finisce: ‘Beati voi quando siete perseguitati, insultati’. La croce non si può togliere dalla vita di un cristiano. La vita di un cristiano non è uno status sociale, non è un modo di vivere una spiritualità che mi fa buono, che mi fa un po’ migliore. Questo non basta. La vita di un cristiano è la testimonianza in obbedienza e la vita di un cristiano è piena di calunnie, dicerie, persecuzioni». Per essere testimoni di obbedienza come Gesù, ha concluso il Papa, serve pregare, riconoscersi peccatori, con tante «mondanità» nel cuore e chiedere a Dio «la grazia di divenire un testimone di obbedienza» e di non impaurirsi quando arrivano le persecuzioni, «le calunnie», perché il Signore ha detto che quando si sarà portata davanti al giudice, «sarà lo Spirito a dirci cosa rispondere».

Fonte: Sir
Papa Francesco, Messa: «Vita del cristiano non è status sociale»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento