Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco: «non abbiate paura di partecipare alla rivoluzione della tenerezza»

«Siate sempre di Cristo nella preghiera, nella cura dei vostri fratelli e sorelle più piccoli. Non abbiate paura di partecipare alla rivoluzione a cui vi chiama: la rivoluzione della tenerezza. Cristo cammina con voi e vi guida». È l’esortazione rivolta questa mattina da Papa Francesco ai ragazzi ospiti del «Centro social Padre David de Oliveira Martins» di Braga, in Portogallo, che ha ricevuto in udienza in Vaticano.

Percorsi: Giovani - Papa Francesco
Papa Francesco

«Da Roma – ha chiesto Francesco –, portate il mio abbraccio alle persone assistite e agli assistenti dell’Istituzione a vario titolo al servizio dei bambini, dei giovani, dei poveri e degli anziani. Come ambasciatori dell’amore che avete per la Chiesa e per il bene che volete che io faccia, avete mandato i piccoli». Per questo ha ringraziato il direttore del Centro, padre Manuel Joaquim, presente con circa 60 ragazzi e bambini.

«Il vostro viaggio – ha proseguito il Papa – vi porta a guardare insieme al futuro: non a guardare a voi stessi da soli». «Come insegna Paolo, ‘il presente o il futuro è tutto tuo. Ma voi siete di Cristo e Cristo è di Dio’. Voi siete di Cristo! Questo – ha osservato – è il senso profondo della vostra storia fino ad oggi, ma è soprattutto la chiave per affrontare il futuro».

Francesco ha invitato i ragazzi a «non lasciare mai che il passato determini la vostra vita. Aspettate sempre con ansia. Lavorate e lottate per ottenere le cose che si desiderano. E che nessuno di voi si senta mai solo; anzi, spetta ad ogni uomo, creato ad immagine di Cristo, essere vicino al prossimo».

Fonte: Sir
Papa Francesco: «non abbiate paura di partecipare alla rivoluzione della tenerezza»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento