Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco sulla strage in Texas: “è tempo di dire basta al traffico indiscriminato delle armi”

“Ho il cuore affranto per la tragedia nella scuola elementare del Texas. Prego per i bambini, gli adulti e le loro famiglie”. Lo ha detto il Papa, al termine dell’udienza di oggi in piazza San Pietro.

Percorsi: Papa Francesco
papa francesco

“È tempo di dire basta al traffico indiscriminato delle armi”, l’appello di Francesco. “Impegniamoci tutti, perché tragedie così non possono più accadere”.

“Di fatto, con tutto il nostro progresso e il nostro benessere, siamo davvero diventati società della stanchezza. Siamo nella società della stanchezza”. A lanciare il grido d’allarme è stato il Papa, nella catechesi dell’udienza di oggi, pronunciata in piazza San Pietro e dedicata alla vecchiaia. “Dovevamo produrre benessere diffuso e tolleriamo un mercato scientificamente selettivo della salute”, la denuncia di Francesco: “Dovevamo porre un limite invalicabile alla pace, e vediamo susseguirsi guerre sempre più spietate verso le persone inermi. La scienza progredisce, naturalmente, ed è un bene. Ma la sapienza della vita è tutt’altra cosa, e sembra in stallo. Infine, questa ragione an-affettiva e ir-responsabile toglie senso ed energie anche alla conoscenza della verità”. “Il vuoto di senso e di forze aperto da questo sapere, che respinge ogni responsabilità etica e ogni affetto per il bene reale, non è innocuo”, ha fatto notare il Papa: “Non toglie soltanto le forze alla volontà del bene: per contraccolpo, apre la porta all’aggressività delle forze del male. Sono le forze di una ragione impazzita, resa cinica da un eccesso di ideologia”.

Fonte: Sir
Papa Francesco sulla strage in Texas: “è tempo di dire basta al traffico indiscriminato delle armi”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento