Vita Chiesa
stampa

Papa: tutelare la vita e proteggere i minori migranti

Decine di ragazzi e bambini soli sulle rotte della migrazione richiedono cure e protezione, come lo richiede la vita in ogni sua fase. Lo ha detto oggi Papa Francesco durante l'Angelus, nella Giornata che in Italia la Conferenza episcopale dedica alla Vita

Papa: tutelare la vita e proteggere i minori migranti

Il Pontefice ha chiesto cura e canali umanitari preferenziali per quanti sono costretti a migrare in condizioni difficili e insicure, soprattutto i minori non accompagnati. “Sono tanti! Purtroppo tra coloro che per vari motivi sono costretti a lasciare la propria patria, ci sono sempre decine di bambini e ragazzi soli, senza la famiglia ed esposti a molti pericoli. In questi giorni mi è stata segnalata la drammatica situazione di quelli che si trovato sulla cosiddetta ‘Rotta balcanica’. Ma ce ne sono in tutte le rotte – ha detto -. Facciamo in modo che a queste creature fragili e indifese non manchino la doverosa cura e i canali umanitari preferenziali”.

Papa Francesco ha poi voluto ricordare “l'attenzione e la tutela per la vita in ogni sua fase” in occasione della 43° Giornata della Vita, che si celebra oggi in Italia il cui tema, quest’anno, è ‘Libertà e vita’. Dopo essersi unito alla Cei ricordando che la libertà è il grande dono che Dio ci ha dato per ricercare e raggiungere il bene proprio e degli altri, a partire dal bene primario della vita, papa Francesco ha voluto soffermarsi in particolare su quella che, ha detto, “è una mia preoccupazione: l’inverno demografico italiano. In Italia le nascite sono calate e il futuro è in pericolo. Prendiamo questa preoccupazione e cerchiamo di fare in modo che questo inverno demografico finisca e fiorisca una nuova primavera di bambini e bambine”.

Papa: tutelare la vita e proteggere i minori migranti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento