Vita Chiesa
stampa

Prato, l'idea della parrocchia: un dispenser "no touch" per l'acqua santa

Nella parrocchia dei Santi Martiri, a Prato, è stata ripristinata la disponibilità dell’acqua santa all’ingresso della chiesa. A renderlo possibile è un dispenser automatico, posto su una colonnina, che non richiede alcun contatto ed è quindi assolutamente sicuro. Unica particolarità, l’acqua benedetta deve essere acqua distillata per evitare che l’apparecchio si ostruisca.

Percorsi: coronavirus - Liturgia
dispenser acqua santa

«Fra maggio e giugno scorsi, - ci ha detto il parroco, don Gianni Gualtieri - sono arrivate numerose pubblicità di "acquasantiere contactless", ma si trattava di oggetti complessi e molto costosi». Tuttavia i parrocchiani avvertivano il peso di questa mancanza, quindi uno di loro, Luca Nesti, ha iniziato a condurre ricerche mirate e ha comparato i vari prodotti sul mercato. Alla fine, ha proposto a don Gianni l’innovativa acquasantiera oggi in uso in parrocchia. L’approvazione e l’apprezzamento per tutto il lavoro fatto sono stati immediati.
«Mi è sembrato un oggetto davvero interessante - sottolinea don Gualtieri - costa poco, è facile da usare e la gente è contenta, dunque si tratta di una cosa molto buona e intelligente». Lo strumento è economico e poco ingombrante.

Prato, l'idea della parrocchia: un dispenser "no touch" per l'acqua santa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento