Vita Chiesa
stampa

SCIENZA E FEDE: MONS. SGRECCIA, CREAZIONISMO ED EVOLUZIONISMO NON SI CONTRADDICONO

"Una fede rettamente compresa nella creazione e un'evoluzione rettamente intesa non sono in contraddizione: l'evoluzione suppone la creazione, anzi la creazione alla luce dell'evoluzione produce un arricchimento che si estende nel tempo come creazione continua”. A citare questa frase, pronunciata da Giovanni Paolo II nel 1985, è stato mons. Elio Sgreccia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, intervenuto oggi al Convegno “Ontogenesi e vita umana”, in corso a Roma fino a sabato. Il dibattito sul rapporto tra creazionismo ed evoluzionismo è stato rilanciato, ha ricordato Sgreccia, dalla teoria dell'”Intelligent design” elaborata negli Usa, ma implica la necessità della presa di coscienza di “un disegno superiore, per arrivare ad una pacificazione tra le istanze della scienza e quelle della religione”. “Nemmeno Darwin – ha affermato il relatore – intendeva escludere la creazione”, perché “anche chi accetta l'evoluzione ha l'obbligo di darne spiegazioni in termine di ragion sufficiente”. In questa prospettiva, dunque, “non c'è contraddizione tra creazione ed evoluzione, purché si mantengano alcuni punti fermi”, prima fra tutte “la differenza ontologica dell'uomo”, la cui negazione “rende incompatibili alcune teorie evoluzionistiche con la visione cattolica”.
Sir

SCIENZA E FEDE: MONS. SGRECCIA, CREAZIONISMO ED EVOLUZIONISMO NON SI CONTRADDICONO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento