Vita Chiesa
stampa

SETTIMANA SOCIALE EUROPEA: MONS. CREPALDI (CCEE), NEL 2011 UN INCONTRO PER DEFINIRLA

Parole chiave: comece (68), ccee (166), settimane sociali (57), europa (111)

“Educare i cattolici europei a ‘pensare europeo'” e “promuovere un sentire comune dei cattolici nel continente, soprattutto per quanto attiene ai cosiddetti valori indisponibili: vita, famiglia, libertà religiosa, giustizia sociale”. Lo afferma al SIR mons. Giampaolo Crepaldi, arcivescovo-vescovo di Trieste e presidente della Commissione “Caritas in veritate” del Consiglio delle Conferenze episcopali europee (Ccee). Mons. Crepaldi espone i principali obiettivi della Settimana Sociale d'Europa che la Commissione vuole avviare. Il progetto è frutto dell'incontro tra il presidente del Ccee (card. Peter Erdo) e quello della Comece (mons. Adrianus Van Luyn), la Commissione degli episcopati della comunità europea che l'anno scorso ha promosso le “Giornate sociali europee” a Danzica. Il vescovo di Trieste, pensa ad una iniziativa con “esplicito e organico riferimento alla dottrina sociale della Chiesa” e che sia “un fatto di Chiesa” con “chiara finalità pastorale”. Di qui la proposta di un incontro, nel 2011, con i responsabili delle Settimane Sociali nazionali per “lavorare in continuità con le Giornate sociali europee”, promosse dalla Comece, in collaborazione con il Centro Solidarietà europeo nell'ottobre 2009.
Sir

SETTIMANA SOCIALE EUROPEA: MONS. CREPALDI (CCEE), NEL 2011 UN INCONTRO PER DEFINIRLA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento