Vita Chiesa
stampa

SINODO MEDIO ORIENTE, SUOR NADDAF (SIRIA): DONNE EMARGINATE IN DIOCESI E PARROCCHIE

Parole chiave: medio oriente (393), sinodo (299), terra santa (366)

“Nell'Instrumentum laboris non si fa menzione delle questioni riguardanti le donne, in un Sinodo del Medio Oriente dove la donna è in secondo piano”. La denuncia è di suor Claudia Achaya Naddaf, superiora delle religiose del convento di Nostra Signora della carità del buon Pastore (Siria) che oggi è intervenuta, in qualità di uditrice, al Sinodo dei vescovi per il Medio Oriente in corso in Vaticano. “Vorrei che questo Sinodo presentasse delle proposte che aiuterebbero ad applicare le convenzioni internazionali a favore delle donne nei nostri Paesi arabi” ha detto la suora che ha rimarcato come “in Siria le religiose assumono incarichi importanti in campo sociale, educativo e pastorale, ma sono emarginate a livello di diocesi e parrocchie”. Per tale motivo suor Naddaf ha proposto di “far partecipare attivamente le religiose ai consigli diocesani e parrocchiali, sostenerle nelle loro attività pastorali, servirsi della loro competenza nei campi della catechesi e contribuire alla loro formazione permanente sul piano pastorale, spirituale, tecnico e mettere a punto una pastorale delle vocazioni, dove clero e religiose, possano investire nei movimenti giovanili”.
Sir

SINODO MEDIO ORIENTE, SUOR NADDAF (SIRIA): DONNE EMARGINATE IN DIOCESI E PARROCCHIE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento