Vita Chiesa
stampa

Vicofaro (Pistoia) la parrocchia si stringe attorno a don Biancalani

Ieri alla Messa domenicale a Vicofaro si sono presentati una ventina di esponenti di Forza nuova, accolti sulla porta della chiesa dallo stesso don Biancalani. Dopo le pomiche dei giorni scorsi sugli immigrati accolti la parrocchia si è stretta attorno al suo parroco, che ha celebrato assieme al vicario generale della Diocesi di Pistoia.

Don Baiancalani (Foto Sir)

La Chiesa diocesana e la comunità parrocchiale si stringono attorno a don Massimo Biancalani, il sacerdote giunto agli onori della cronaca – e più volte insultato e minacciato via web – per aver accolto alcuni ragazzi rifugiati, portandoli in piscina per una giornata. Ieri alla Messa a Vicofaro si sono presentati una ventina di esponenti di Forza nuova, accolti sulla porta della chiesa dallo stesso don Biancalani. Gli estremisti di destra sono stati invece fischiati da alcuni parrocchiani e apostrofati come «fascisti» e «razzisti». Don Massimo ha celebrato la Messa assieme al vicario generale della diocesi di Pistoia, mons. Patrizio Fabbri. Il parroco si è scusato con la sua comunità per la sovraesposizione mediatica di questi giorni; poi, citando il Papa, ha detto: «Gesù non fa l’esame del sangue e le porte della Chiesa sono sempre aperte». Mons. Fabbri ha affermato: «Don Massimo coniuga il Vangelo con la vita e la sua è una bella testimonianza perché accoglie ragazzi da altri Paesi e senza fissa dimora da anni».

Fonte: Sir
Vicofaro (Pistoia) la parrocchia si stringe attorno a don Biancalani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento