Agricoltura

Ultimi contenuti per il percorso 'Agricoltura'

Non solo oro e gioielli, ora con la crisi anche vini, formaggi e salumi di alta qualità possono essere dati in pegno in cambio di prestiti. E’ quanto afferma la Coldiretti nell’annunciare la pubblicazione del decreto del Ministero delle Politiche Agricole che dà il via libera della misura del ‘pegno rotativo’ sui prodotti agricoli e alimentari a denominazione d'origine protetta o a indicazione geografica protetta (Dop/Igp) recentemente introdotta dal decreto ‘Cura Italia’.

Banco Bpm ha deliberato nuove linee di finanziamento a medio-lungo termine, per un importo complessivo di 5,85 milioni di euro, per il supporto della fase iniziale del piano di sviluppo di ArteOlio Società Agricola srl, start-up innovativa fondata ad agosto 2019 a Grosseto, con l'obiettivo di sviluppare 500 ettari di oliveti super-intensivi in Toscana per la produzione e commercializzazione di olio extra-vergine d'oliva italiano di prima qualità. 

Davide Ancillotti, presidente in pectore di Cantine Vivito: <<Il primo e più importante passo è stato compiuto in vista di dicembre. Un percorso iniziato prima della pandemia, entrambe le strutture operano con margine remunerativo e senza debiti. I soci conferitori e finanziatori  potranno contare su più stabilimenti, su un maggiore potere d’acquisto e stoccaggio, su una maggiore capacità logistica e finanziaria, su maggiori possibilità di reddito>>.

“Sono 4 milioni i nuovi poveri che con l’aggravarsi della situazione economica ed occupazionale in autunno saranno costretti addirittura a chiedere aiuto per il cibo da mangiare nelle mense o soprattutto con la distribuzione di pacchi alimentari”. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti in riferimento agli ultimi dati Istat sull’occupazione in Italia che, con il crollo di 600mila posti di lavoro da febbraio a giugno, confermano la crisi causata dall’emergenza coronavirus.

Oggi produrre in agricoltura non vuol dire soltanto portare il buon cibo sulle tavole degli aretini, ma rispondere a precise necessità della società in ambiti diversi, è così che Coldiretti Arezzo ha aderito al progetto pilota "Didattica e terapia in contesti naturali" promosso dall’associazione Autismo Arezzo e dalla Usl. 

“Per sostenere le famiglie in difficoltà, gli anziani, i bambini, i disabili e le fasce più disagiate della popolazione travolte dalla crisi generata dall’emergenza coronavirus scende in campo la prima rete nazionale delle fattorie sociali di Coldiretti". È quanto emerge dal primo rapporto di Coldiretti dedicato a “La vera agricoltura sociale fa bene all’Italia”

Sempre più spesso si sente parlare di prodotti a km 0, ma cosa sono in realtà? A volte si tende a fare confusione tra articoli biologici e quelli a km 0 pensando erroneamente che si tratti della stessa cosa, in realtà non è proprio così perché non è detto che un prodotto a km 0 sia obbligatoriamente biologico.