Coldiretti

Ultimi contenuti per il percorso 'Coldiretti'

Si è parlato di ambiente e sviluppo sostenibile, ed è stato ricco di argomentazioni pragmatiche l’incontro con Coldiretti di monsignor Fausto Tardelli, il Vescovo di Pistoia. Nei giorni scorsi è stato accolto nella casa degli agricoltori pistoiesi da una rappresentanza di imprenditori, dai dirigenti e dalla struttura di Coldiretti Pistoia.

In Italia ci sono 2,7 milioni di affamati che nel 2018 sono stati costretti a chiedere aiuto per mangiare, di cui oltre il 55% concentrati nelle regioni del Mezzogiorno. È quanto emerge dalla prima mappa della fame in Italia elaborata da Coldiretti in occasione della Giornata mondiale dell'alimentazione, sulla base dei dati sugli aiuti alimentari distribuiti con i fondi Fead attraverso dall'Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea).

«Le nuove scosse fanno paura anche all'economia e al lavoro nei paesi svuotati dove con il turismo in difficoltà si registra ancora un crollo del 70% delle vendite che sta soffocando la produzione locale, a partire dagli agricoltori e gli allevatori». È quanto afferma la Coldiretti in riferimento alle nuove scosse registrate nella notte tra sabato e domenica, a poco più di tre anni dal sisma che il 24 agosto 2016 ha devastato ampie aree del centro Italia.

«L'Italia riesce a sprecare il 47,9% dell'acqua potabile che si perde per colpa di una rete idrica colabrodo e a pagarne le conseguenze sono 2,7 milioni di famiglie (il 10% del totale) che lamentano problemi nell'erogazione idrica lungo il territorio nazionale». È quanto afferma oggi la Coldiretti, sulla base dei dati Istat in riferimento al rapporto «Progress on drinking water» di Unicef e Organizzazione mondiale della sanità, che punta i riflettori sulle disuguaglianze nell'accesso alla risorsa idrica. 

«Sono 1,2 milioni le famiglie a rischio per l'alluvione in Emilia Romagna che si classifica come la regione con la maggiore pericolosità». È quanto emerge da una analisi della Coldiretti, sulla base dei dati Ispra divulgata in occasione dell'allerta rossa per rischio esondazioni e frane sulla pianura centrale dell'Emilia Romagna.